Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN EVIDENZA

Grundtvig
Making Learning Visible: Valorisation of Adult Learning in Informal Setting


 

Villasimius (CA), 6-10  ottobre 2010

Seminario di Contatto Grundtvig

Ci piace pensare che un seminario di contatto europeo sia uno dei possibili modi di apprendere: un luogo di apprendimento non formale dove è possibile scambiare esperienze e saperi. Il luogo privilegiato delle domande non formali.

Le domande che ci siamo posti sono divenute contenuto e obiettivo al tempo stesso dell’esperienza seminariale. Possiamo rendere condi-visibile l’apprendimento come acquisizione non solo di competenze ma crescita personale e culturale? Quanto si è consapevoli dei propri saperi? Come misurare o comunque valorizzare la crescita personale, professionale e la conoscenza che rientrano a pieno titolo nell’ambito dell’ apprendimento non formale degli adulti?

L’obiettivo del seminario è stato il tentativo di realizzare una riflessione proficua su come creare progetti di cooperazione europea incentrati sulla valorizzazione di specifici ambiti non formali dell’apprendimento degli adulti.

Uno degli aspetti principali del programma Grundtvig, il cui scopo è di fornire agli adulti nuovi approcci per migliorare le proprie competenze e le proprie capacità, si basa sulla necessità di rendere non solo visibile ma soprattutto ‘spendibile’ il proprio sapere.

La valorizzazione dell’apprendimento non formale e le possibili applicazioni di un nuovo mercato culturale (agorà del pensiero) è chiaramente connesso alla necessità di sviluppare la consapevolezza nelle persone di quali siano le loro competenze…molto del nostro know-how è acquisito attraverso la pratica delle competenze [cfr. J. Bjørnåvold, Making learning visible: Identification, assessment and recognition of non-formal learning in Europe, Cedefop). Dunque, il 75% dell’apprendimento degli adulti avviene a livello non formale.

Learning1.jpg

La nuova sfida è creare una sistema di riconoscimento e di valorizzazione di tutte le esperienze e conoscenze di cui spesso non si è consapevoli.

Il dibattito nei gruppi di lavoro si è incentrato su tre aspetti dell’apprendimento non formale:

  • Definire e identificare l’apprendimento non formale
  • Rendere visibile le competenze acquisite in un contesto non formale
  • Costruire una connessione tra l’educazione e formazione formale e non formale

La pratica della discussione e della condivisione delle rispettive esperienze in ambito europeo ha prodotto una serie di progetti incentrati sul tema della visibilità di ciò che è ‘invisibile’. Impresa non facile, non sempre còlta nel suo pieno valore, ma essenzialmente innovativa e creativa. La riflessione porta in sé tutte le domande che nascono a livello individuale e che devono e possono costruire una base comune di saperi e conoscenze condivise e riconoscibili.

Il dibattito è stato introdotto da tre buone esperienze di organizzazioni già impegnate da anni nella realizzazione di progetti europei nell’ambito del programma Grundtvig.

Ciantar.pdf.jpgI contenuti per un proficuo dibattito sono stati introdotti da Andrea Ciantar, Unieda, con /Eventi/Grundtvig/Villasimius/Ciantar.pdf Three challenges for Informal Learning in Europe.
.

LaCruna100.jpgA seguire /Eventi/Grundtvig/Villasimius/LAbobs.pdf Informal Learning and Accessibility: the case study of LAbObs Project, a cura di Giorgia Previdoli, della Cooperativa Sociale La Cruna  di Genova.


Logo MontescaA conclusione della sessione plenaria, l’intervento di Franco Cima, Centro Studi Villa Montesca, Montesca International Network, /Eventi/Grundtvig/Villasimius/Cima.pdf Valorisation of learning in an informal setting and of the outcomes of this specific kind of learning.

I possibili saperi, i possibili progetti. Circa 80 partecipanti provenienti da 19 paesi che aderiscono al programma LLP hanno realizzato nove proposte di partenariati. Pubblichiamo una breve sintesi con le relative presentazioni.

/Eventi/Grundtvig/Villasimius/Celebration.pdf Celebration: a new intercultural tool to valorize informal learning 
Partenariato: Belgium, Italy, United Kingdom, Portugal, Italy, Croatia
/Eventi/Grundtvig/Villasimius/EduArts.pdf EduArts 
Partenariato: Lithuania, Poland, Norway, Romania
/Eventi/Grundtvig/Villasimius/GetTogether.pdf GetTogether: new ways of including newcomers in local activites
Partenariato: Belgium, Finland, Norway, Turkey, Italy
/Eventi/Grundtvig/Villasimius/OpenToYourope.pdf Open to YOUROPE: travelling and designing your own view on Europe  
Partenariato: Italy, Belgium, France, Turkey, UK
/Eventi/Grundtvig/Villasimius/SeniorLearningLeague.pdf European League for Senior Learning  
Partenariato: Croatia, Finland, Ireland, Italy, Lithuania , Poland, Romania, Turkey, United Kingdom
/Eventi/Grundtvig/Villasimius/ShapetheChange.pdf Shape the Change 
Partenariato: Italy , Poland, Irland, UK, Portugal, Belgium, France, Turkey
/Eventi/Grundtvig/Villasimius/TasteofLanguage.pdf Grundtvig Cuisine The Taste of Language
 
Partenariato: Austria, Slovakia, Italy , France , Croatia , Sweden , United Kingdom
/Eventi/Grundtvig/Villasimius/TogetherWeLearn.pdf Together We Learn  
Partenariato: Romania, Italy, Poland, United Kingdom, Spain, Ireland
/Eventi/Grundtvig/Villasimius/ValorisingYourPotential.pdf Valorising Your Potential
Partenariato: Norway, Denmark, Sweden, Germany, Portugal, Italy, Lithuania

La progettazione ha messo in evidenza metodi e approcci di apprendimento sperimentali e innovativi, luoghi e ambiti non formali dove è sempre il momento di imparare a condividere. Il tema del seminario ha raccolto idee e ipotesi di lavoro, aprendo nuove strade da percorre dove al centro di una immaginaria piazza europa rimane, secondo il nostro modesto parere, la ricchezza delle risposte e delle soluzioni possibili.

Evalutaion.jpgA testimonianza  di come il seminario sia stato ricco di idee, riflessioni e prospettive, e di come abbia contribuito a fare emergere tra le istituzioni partecipanti numerose proposte progettuali, consulta i risultati emersi dalla /Eventi/Grundtvig/Villasimius/Seminario_Villasimius_Analisi_questionari.pdf Elaborazione delle schede di gradimento (Analysis of Evaluation Questionnaires).

Le organizzazioni Grundtvig che hanno collaborato alla realizzazione del seminario: 
      
austria.gif Austria 
Slow Food Wachau Plus

belgium.gif Belgium
Institut Supérieur des Langues Vivantes, Liège
Perspectives Asbl
Citizenne/Vormingplus Brussel vzw
De Groene Kans Vzw

croatia.gif Croatia 
WYG SAVJETOVANJE d.o.o.   
Udruga +40, Zagreb   
Adult Education Institution Dante, Rijeka   

denmark.gif Denmark
Kvindedaghojskolen, Center for livskompetencer   

finland.gif Finland 
University of Helsinki Palmenia Centre for Continuing Education   
Kirkkonummi Adult Education Centre

france.gif France 
Sep – UNSA Education - Trade Union of workers in non formal education   
Association "Tribu en Filifrane"   
TERA Maison de l’Europe de la Charente, Angouleme

germany_1.gif Germany 
Thüringer Volkshochschulverband e.v.  
Volkshochschule Region Lüneburg - Adult Education Provider

hungary.gif Hungary 
Museum of Fine Arts Budapest 

ireland.gif Ireland 
Co Wexford VEC   
Roots Reel Films, Carlow

italy.gif Italy 
CTP 24 - Quartu Sant'Elena   
Scuola Primaria Mercedes Sant'Elia - Cagliari   
Ufficio Scolastico Provinciale di Palermo   
CEIS Prato Onlus   
Associazione Farsi Prossimo Onlus - Fermo   
Associazione Trames   
Associazioni Cristiane dei Lavoratori Firenze   
Leader Comunicare Interculture, Trieste   
IISS Einaudi Casaregis Galilei, Genova

lithuania.gif Lithuania 
Prison Department of the Republic of Lithuania, Panevezys Region Correction Inspection   
Mykolas Romeris University - Vilnius   
UAB "Study and business systems" - Siauliai

norway.gif Norway 
Vestre Aker skole   
Voksenpedagogisk senter, Ringsaker   
Fagforbundet (Norwegian Union of Municipal and General Emplyees, NUMGE)   
Oslo Voksenopplaering Sinsen   

poland.gif Poland 
Zespol Szkol nr 4   
Foundation for the cultural exchange Totu Totam   
Polish Teachers` Union, the Management Department in Bialystok   
Association for Regional Cooperation, Chorzow   

portugal.gif Portugal 
Instituto Politécnico de Leiria   
Agrupamento de Escolas Antonio José de Almeida   
Escola Secondaria de Vila Real de Santo ntonio   

romania.gif Romania 
Initiativa Cetatenilor Seniori   
Giurgiu Penitentiary   
Esperando Association 

slovakia.gif Slovakia 
Slovak academic information agency Zilina/SAIA/   

sweden.gif Sweden 
Medborgarskolan Stockholmsregionen   
Region Warmland, Unit Kristinehamns Folkhogskola   

turkey.gif Turkey 
Altındağ ilçe milli eğitim müdürlüğü, Ankara   
Tum Aktif Memurlar Dernegi, Kutahya  
Mardin public Education Center and Art Evening School   
Yagmur Calisan Kadinlar Sosyal Yardimlasma ve Dayanisma Dernegi (NGO)

unitedkingdom.gif United Kingdom 
Merseyside Expanding Horizons Ltd, Liverpool   
Pro Art &Co   
Bristol Black Carers, Bristol   
Transformations Ltd, London   
West London refugee Women's Forum 


Un ringraziamento particolare ai colleghi delle Agenzie LLP europee che hanno condiviso con noi il lavoro durante i working group / Special thanks to our colleagues of many European NAs, who shared with us the management of the working groups:
   
Mr Paul Stevens, Agenzia LLP Belgio
Mr Ozren Pavlovic Bolf, Agenzia LLP Croazia
Mr Frederik Carsten Pedersen, Agenzia LLP Danimarca
Ms Ingrida Meižienė, Agenzia LLP Lituania
Ms Joanna Grzegorczyk, Agenzia LLP Polonia
Mr Rui Gato, Agenzia LLP Portogallo
Ms Marta Kuhnová, Agenzia LLP Repubblica Slovacca

angelaminiati.gifdi Angela Miniati e

CelinePeroni80.jpg Celine Peroni, Agenzia nazionale LLP

  editing LV