Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN AZIONE

Grundtvig
ConsumActors: changing by choosing - Quando il consumo critico va in Europa


"Grundtvig è come una sconosciuta (a molti) scatola del tesoro. Non sapevo che esistesse una cosa del genere, poi l'ho trovata e ora voglio mandare tutta la mia famiglia e i miei amici a un workshop di loro interesse". Questo è quello che Inga, lettone di 23 anni ha scritto alla fine del progetto.
 

gruppo.jpgPer noi che l'abbiamo organizzato il workshop è stata un'esperienza coinvolgente e molto stimolante soprattutto per il coinvolgimento e l'entusiasmo portato da tutti e 16 i partecipanti. La selezione non è stata facile sia perchè abbiamo ricevuto oltre 50 application form sia perchè provenivano quasi tutte da donne e da paesi neo Unione Europea, quindi riuscire a fare un bilanciamento è stato impossibile. Ciò nonostante erano rappresentati 10 paesi e il range d'età andava dai 23 ai 58 anni.

L'argomento del workshop era il Consumo Critico: cos'è, cosa fare nella nostra vita quotidiana per seguirne i principi, creare un gruppo di acquisto solidale...

food.jpgLe attività sono state molto varie: dalle discussioni in plenaria ai piccoli gruppi, scrivendo cartelloni, disegnando, improvvisando sketch pubblicitari e giocando, sempre in un clima sereno e divertente. E poi abbiamo visitato Poggio di Camporbiano, una azienda agricola biodinamica vicino a S. Gimignano; i partecipanti si sono lanciati nell'acquisto di una spesa al mercato secondo i principi del consumo critico; abbiamo visitato il Gruppo di Acquisto Solidale Gassolotto del Q4... insomma, una visione del consumo critico a 360°.

Per noi associazione Consumattori il workshop è stato molto importante sotto più profili:
- è stata la nostra prima attività internazionale; il suo successo ci motiva ancora di più nelle attività che portiamo avanti quotidianamente;
- ha permesso un confronto aperto e profondo sul tema cardine dell'associazione stessa, rendendoci consapevoli che il concetto di Consumo Critico non solo assume un significato diverso a seconda di chi ne parla, ma può, e deve, avere significati e obiettivi diversi nelle realtà in cui lo vogliamo applicare.

Questa discussione è iniziata durante il workshop ma è diventato un argomento su cui riflettere come associazione e su cui vogliamo basare parte delle attività del 2011.

detersivi_3.jpgVogliamo finire con le parole di Vera, austriaca di 41 anni a cui abbiamo chiesto un pensiero sul workshop a due mesi dalla sua conclusione: "Dopo circa tre mesi sto ancora pensando al workshop. Quello che l'ha fatto continuare a rimanere nella mia testa è stato il mix di metodologie che mi hanno dato la spinta finale di cui avevo bisogno per passare dalla conoscenza all'azione. Per esempio abbiamo dovuto scrivere a noi stessi una lettera che ci verrà spedita a distanza di sei mesi dal workshop con una lista di passi che vogliamo mettere in pratica. Anche se non ci saranno altre conseguenze, sono veramente motivata a portare a termine le cose che mi sono prefissa, quindi non fallirò. Così uno dei risultati del workshop è anche l'idraulico che giovedì prossimo verrà a montare nella mia doccia un riduttore dell'acqua. Credetemi, l'avevo da anni nella mia lista di cose da fare, ma non l'avevo mai fatto...."

marta_benettin.jpgIl workshop, della durata di 5 giorni (più due di viaggio), è stato realizzato dall'associazione ConsumAttori, in Novembre 2010 e ha visto la partecipazione di 12 adulti europei e 4 italiani.

di Marta Benettin, associazione Consumattori,
per maggiori informazioni: info@consumattori.org