Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN AZIONE

Comenius
Re-creation: new ways of life? Un partenariato ri-creativo al liceo Respighi di Piacenza


Re-creation = ri-creazione; perché si è parlato di genetica e perché lo si è fatto in modo divertente!
 

classe3.jpg

Come è nata l’idea?

Dopo una visita di studio in Norvegia e dopo tanti anni di insegnamento di informatica e matematica sempre “confinata” territorialmente nelle aule della mia scuola ho realizzato che per convincere i nostri ragazzi della importanza di una buona padronanza dell’inglese e dalla capacità di essere aperti a nuove esperienze occorreva metterli in gioco. Per questo mi sono “buttata” in questa esperienza cercando di coinvolgere il più possibile i colleghi di un consiglio di classe di una terza di un corso sperimentale di liceo scientifico, consapevole del basso livello della mia competenza linguistica, ma anche dell’occasione che mi si offriva.  Con l’aiuto di una collega di lingue e di una di scienze ho progettato il percorso, ho trovato, grazie alla rete di conoscenze eredità della visita di studio, 5 partners e abbiamo presentato il progetto.  In un liceo scientifico sperimentale ci voleva un argomento scientifico rilevante, io docente di matematica volevo un aggancio con la mia materia… l’idea è stata un ricerca statistica sugli OGM.

logo.jpgPerché?

Ricerca scientifica e innovazione sono i principali motori di sviluppo della società contemporanea. Nel mondo siamo di fronte ad un susseguirsi straordinario di idee nuove e di proposte che incidono sulla vita quotidiana di tutti noi. Come avvengono queste proposte e come vengono valutate? Da Galileo in poi potremmo dire che “la scienza è un fatto pubblico”, alla scuola la responsabilità di formare cittadini in grado di muoversi e di agire in un simile contesto in modo consapevole.
La possibilità di attuare un partenariato multilaterale Comenius per lavorare con altre scuole su questi argomenti è stata un’importante occasione per permettere agli allievi di verificare  come la scienza non sia e non possa essere un sapere confinato in stretti ambiti territoriali, ma come invece sia una conquista comune e come il suo valore sia provato solamente da una “valutazione tra pari”.

partner3.jpgChi eravamo?

Liceo Respighi di Piacenza (Italia) scuola capofila

I.E.S. Gil de Junterón  di  Beniel (Spagna)

Teck-Realschule  di Kichheim/teck  (Germania)

Grupul scolar “Latcu Voda” di Siret  (Romania)

Stakliskiu Vidurine Mokyla di Staliisks (Lituanai)

Muratpasa Lisesi di Antalya   (Turchia)

Cosa abbiamo fatto?

Questi i principali step del progetto:
• Meeting in Lituania (novembre 2008) per la progettazione di dettaglio; si è arrivati alla definizione precisa del tema, dei passi successivi e dei compiti di ognuno.
• Studio in ogni scuola del tema scelto: gli OGM in ambito vegetale sia dal punto di vista scientifico che legislativo in rapporto sia al proprio Paese che all’Unione Europea.
• Progettazione e realizzazione di un CLIL su un ambito inerente il tema.
• Meeting in Turchia (aprile 2009) con docenti e allievi, durante il quale sono state presentate le CLIL realizzate, gli studi sulle varie legislazioni e si è progettato un  questionario con relativo protocollo di somministrazione per sondare la percezione delle varie popolazioni sull’argomento OGM.
• Test incrociato delle CLIL realizzate dai partners, somministrazione dei questionari e raccolta via web dei risultati da parte della scuola capofila.
• Meeting in Spagna (autunno 2009) con docenti e allievi, con presentazione della bozza di rapporto finale. In questo incontro sono stati definite le modalità di raccolta del report da pubblicare, compiti e tempi.
• Stesura dei capitoli relativi ad ogni nazione da parte di ogni partners, raccolta e editing del rapporto finale.
• Meeting conclusivo in Italia ( aprile 2010) con docenti e allievi, con distribuzione del report finale a stampa.

Turchia.jpgL’argomento scelto, gli OGM, si è rivelato particolarmente felice perché ha coinvolto i partecipanti, è di massima attualità e si è ottimamente inserito nei curricola delle varie scuole. Nel gruppo erano presenti due scuole (Spagna e Germania) che avevano già avuto esperienze Comenius condivise, le altre scuole invece non si conoscevano. In particolare la scuola turca non aveva mai in precedenza partecipato a progetti Comenius. La prima mobilità che si è svolta in Lituania è stata fondamentale per creare i giusti presupposti per una collaborazione fattiva e soddisfacente per ogni partners. I fattori fondamentali sono stati: l'ospitalità della scuola lituana che ha saputo creare un ottimo spirito di gruppo e la presenza dei soli docenti che ha permesso di focalizzare l'impegno sulla progettazione di dettaglio scegliendo temi, attività e tempi adatti ad ogni realtà scolastica coinvolta. Un altro aspetto fondamentale per la buona riuscita del progetto è stata la continuità dei coordinatori delle singole scuole. Infatti ogni scuola ha individuato un coordinatore che è rimasto tale per tutta la durata del progetto ed ha sempre partecipato alle mobilità garantendo la necessaria continuità nelle attività programmate sia in presenza che a distanza. Decisive per la condivisione dell’intero percorso, poi, la presenza contemporanea in tutte le mobilità di tutte le nazioni.

Risultati attesi e ottenuti

Il risultato ottenuto è stato rispondente alle aspettative sotto ogni punto di vista:

  • i ragazzi e le famiglie hanno fatto esperienza diretta anche di popolazioni culturalmente e geograficamente lontane arricchendosi dal punto di vista umano e relazionale;
  • la scuola si è lasciata coinvolgere nelle attività dando spinta a nuove e diverse iniziative;
  • il territorio ha apprezzato il lavoro svolto e ha dato rilievo alla ricerca;
  • il rapporto finale è stato pubblicato ed ha avuto “eco” anche su stampa nazionale e su diversi siti web.

gruppo.jpg

Considerazioni:

Al di là della ricerca, pur di estrema soddisfazione, la cosa veramente gratificante è stato vedere ragazzi di sei nazioni diverse creare un clima di collaborazione e di complicità che ha fatto nascere delle vere amicizie … lo si leggeva nei loro occhi al momento dei saluti e lo si legge ancora adesso quando parlano di quella esperienza!

Documentazione

est_bullet.jpgSulla banca dati EST, www.europeansharedtreasure.eu
Link diretto: Re-Creation by Genetics 

Sito.jpgSul sito del progetto curato dalla scola rumena: http://www.re-creation.go.ro/

È possibile inoltre richiedere alla scuola capofila copia del testo a stampa o in formato pdf.

Busconi.jpgdi Giovanna Busconi, docente di matematica e fisica, Liceo L. Respighi, Piacenza