Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN AZIONE

Comenius
Milano e Parigi: “capitali” della Moda messe a confronto in un Comenius Regio


Milan-Paris: le Fil de la Mode (MIPAF Mode) una sfida che l’USR per la Lombardia ha raccolto e condiviso con la Regione Ile-de-France mettendo a confronto il tessuto produttivo e i profili professionali del settore moda in Lombardia e Ile-de-France.
 

Milan-Paris: le Fil de la Mode non è soltanto il titolo di un progetto europeo Comenius Regio, tra l’altro nato sotto gli auspici nazionali e internazionali della Direzione Generale degli Affari Internazionali del MIUR e dell’Ambasciata di Francia, bensì l’enunciato di una sfida che l'Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia ha raccolto e condiviso con la Regione Ile-de-France nel mettere a confronto i due sistemi formativi e produttivi che fanno di Milano e di Parigi due incontestabili capitali europee e mondiali della Moda.

Formare Innovare Lavorarelogo.jpg
Due capitali legate da un ideale FIL de la Mode che si dipana attraverso l’acronimo di Formazione Innovazione Lingue straniere e si declina nell’acrostico degli obiettivi:
- Formare un comune tavolo di lavoro sulle professioni del settore moda attuali e future, volto ad individuare somiglianze e differenze delle qualifiche professionali esistenti nelle due regioni;
- Innovare le modalità di apprendimento e con attività e pratiche condivise tra gli istituti di moda partner del progetto;
- Lavorare utilizzando le lingue straniere come veicolo di studio di contenuti.  

I temi del progetto
Il dibattito sollevato da Milan-Paris: le Fil de la Mode ha da subito superato i confini del mondo dell’istruzione e formazione professionale abbracciando temi quali:
- la valorizzazione dei rapporti economici e culturali tra i due Paesi; 
- la tutela delle specificità del tessuto produttivo delle due regioni;
- la salvaguardia di un know-how di alta qualità, creatività, esperienza e tradizione che costituisce un vero e proprio capitale.

Due ricchi studi hanno raccolto importanti dati e suggerito tendenze, disponibili nel sito web del progetto www.progettolingue.net:rapporto1.jpg


- Studio e Ricerca sui mestieri della Moda e sui percorsi formativi in Lombardia, realizzato in collaborazione con la Chambre Française de Commerce et d’Industrie en Italie

rapporto2.jpg






Il Futuro delle Manifatture locali, realizzato in collaborazione con l’Institut  Français de la Mode di Parigi                                                                
 


Le attività di progetto
Durante la Tavola Rotonda  ospitata da Regione Lombardia a Palazzo Bagatti - Valsecchi – Milano -  il 29 novembre 2010, tali studi sono stati discussi da numerosi portatori di interesse che ne hanno arricchito i risultati con il loro prezioso contributo: Jean-Marc de La Sablière, Ambasciatore di Francia;  Andrea Gibelli , vicepresidente di Regione Lombardia;  Mario Boselli, Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana;  Georges Asseraf,  Presidente della Commissione Nazionale per le Certificazioni Professionali in Francia; Denise Bax responsabile della Divisione Cultura e Industrie Creative dell’UNESCO,  Catherine Dumas,  membro del Senato francese; Santo Versace, Deputato del Parlamento italiano.

Ispirandosi allo scambio di buone pratiche, il partenariato si è contraddistinto per la coesione e l’intesa che hanno pervaso sin dal primo momento gli incontri di progetto, le riunioni del Comitato di Pilotaggio, le visite agli Enti e agli Istituti partner, il job-shadowing tra docenti, gli scambi e tirocini per studenti. Ha senz’altro contribuito al successo dell’interazione una apposita formazione on line che, da gennaio 2010 a febbraio 2011, ha consentito ai partner del progetto di migliorare le loro competenze linguistiche in francese e in italiano.

Eventi e risultati conclusivi
Qualità e unicità hanno caratterizzato gli eventi moda organizzati:

fashion_for_dummies.jpg 1. Fashion for Dummies , expo-performance a cielo aperto organizzata dal 23  al 29 settembre 2009 nella cornice del Palazzo delle Stelline, sede del Centre Culturel Français de Milan. Studenti e docenti delle scuole della Lombardia  sono stati guidati da allievi dell’IIS Frisi di Milano nel loro tour tra i manichini, pezzi unici realizzati in serie dalle studentesse dell’IIS Bernocchi di Legnano. L’evento ha avuto anche un’edizione francese presso il Musée Galliera di Parigi. modella.jpg

2. Défilé di moda ospitato il 1 aprile 2011 nei saloni del Consolato Generale d’Italia a Parigi: capi, disegnati e interamente realizzati dagli studenti dei 5 istituti partner, sono stati applauditi da un folto pubblico di rappresentanti del mondo della scuola e della moda, alla presenza del Console d’Italia a Parigi, Cesare Morbelli.  

 
 

sfilata.jpgL’aspetto più spiccatamente didattico è stato ampliato grazie all’elaborazione di 3 moduli (2 in francese e 1 in italiano) basati sulla metodologia CLIL/Emile, rivolti agli studenti, che integrano lingua e contenuti in attività per Laboratori di Modellistica e Organizzazione di Eventi. Questo materiale ha fornito un’ottima base per le sessioni di job shadowing di docenti.

Entrambi i Ministeri dell’Istruzione considerano il partenariato Milan-Paris: le Fil de la Mode un punto di partenza per una futura declinazione dell’EsaBac (rilascio del doppio diploma Esame di Stato italiano e Baccalauréat  francese ) in ambito professionale, sia trasferendo l’esperienza maturata dalla ricerca-azione nel settore Moda ad altri settori come l’accoglienza turistico - alberghiera e la ristorazione, sia istituzionalizzando tirocini e stage aziendali nel paese partner.

Nel frattempo è già stato avviato uno studio di fattibilità per un prolungamento del MIPAF Mode tra la Direzione Generale per la Formazione, Istruzione e Lavoro di Regione Lombardia e la Commissione Nazionale delle Certificazioni Professionali in Francia (CNCP), in stretta collaborazione con una rete altamente rappresentativa di Enti e istituzioni formative nel campo della moda. Si partirà proprio delle Ricerche  dei due consorzi per elaborare una cartografia delle competenze, al fine di istituire delle formazioni congiunte estremamente qualificanti e strettamente legate ai bisogni del territorio.

Il Consorzio Lombardia
- MIUR-USR per la Lombardia
- Regione Lombardia
- Istituto Istruzione Superiore Paolo Frisi
- Istituto Carlo Secoli di Milano
- Istituto Istruzione Superiore Antonio Bernocchi di Legnano
Il  Consorzio Ile-de-France
- Conseil Régional Ile-de-France
- Centre Culturel Français de Milan
- Lycées Octave Feuillet e Paul Poiret
- Ecole des Arts Appliqués Duperré
- Inès de la  Fressange di Parigi
 

Pasquariello_150.jpglange_150.jpgdi Gisella Langé -Ispettore Tecnico USR Lombardia - referente del progetto






Prof. Mario Pasquariello - USR Lombardia                


editing EM