Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN AZIONE

Partenariati Comenius Regio
Youth Educational Systems - YES


Il progetto “Youth Educational Systems” – (YES) coordinato dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna iniziato nel novembre 2009 riguarda la partnership bilaterale di durata biennale sottoscritta con la Regione rumena di Iasi, nel quadro dell’azione “Comenius Regio” del programma dell’Unione Europea “Lifelong Learning Programme”
 

YES_1.JPGLa partnership bilaterale di durata biennale sottoscritta con la Regione rumena di Iasi, nel quadro dell’azione “Comenius Regio” del programma dell’Unione Europea “Lifelong Learning Programme” (LLP) sin dalle premesse ha puntato alla realizzazione di una “cooperazione strutturata permanente” tra i diversi partner coinvolti nei rispettivi Consorzi regionali costituiti, sulla base delle specificità dell’azione “Comenius Regio”, con la presenza contestuale di Autorità Regionali con competenze legislative/amministrative/organizzative nel campo dell'Istruzione, Istituti Scolastici ed organizzazioni del terzo settore operanti nello stesso ambito d'azione.
Facendo riferimento all’esigenza di approntare misure efficaci per consentire un apprendimento permanente che proseguisse negli anni a vantaggio degli stakeholders coinvolti – come specificato nella Strategia di Lisbona – il progetto “Youth Educational Systems” si è focalizzato sulla definizione di un percorso di formazione professionale per insegnanti e per esperti in attività socio-culturali rivolte alle giovani generazioni finalizzato – attraverso il metodo dello scambio di best practices e di analisi e studio comparativo ed in comune tra i partner - ad accrescere abilità e competenze professionali, puntando ad aumentare la qualità dell’insegnamento e consentendo l’individuazione di fattori di raccordo che hanno permesso, al termine della durata programmata del progetto, di rendere strutturali i rapporti instauratisi.

YES_2.JPGL’innovativa piattaforma web di lavoro, ad esclusivo utilizzo per i partner, realizzata su una pagina dedicata del sito istituzionale dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, ha permesso l’ottimizzazione della correlazione anche a distanza, caratterizzatasi per un continuo scambio di aggiornamenti e di documenti all’interno di uno spazio virtuale che comprendeva un Forum di discussione, una Chat per instant message e le seguenti sezioni: Bozze; Documenti Finali; Agenda delle Attività.
Le mobilità, pertanto, si sono rivelate il momento di rendicontazione e restituzione, condite da ulteriori aggiornamenti scientifici, di un impegno professionale costante sviluppatosi nell’arco temporale che intercorreva tra i diversi Workshop programmati in Romania ed in Italia.
Nel complesso, le tematiche affrontate hanno riguardato, oltre alla summenzionata “Comparazione dei rispettivi sistemi educativi”:
a) “Metodologie per lo sviluppo di un pensiero critico e creativo” che ha condotto alla realizzazione di una Guida per i docenti sul tema.
b) “L’Educazione interculturale: premessa per una Cittadinanza Europea Attiva” affrontata iniziando dall’analisi e comprensione dei moduli interculturali nell’ambito delle attività enucleate nei curriculum scolastici dell’Emilia-Romagna e di Iasi per poi proseguire con l’esperimento denominato “Dirigente Scolastico per un giorno” in cui i docenti coinvolti si sono cimentati per un’intera giornata nell’affiancamento ad un vero Dirigente Scolastico (tanto in Romania per gli Italiani, quanto in Italia per i colleghi rumeni) svolgendo le mansioni ad esso correlate.
c) “La Gestione dei conflitti nei gruppi classe” i cui approfondimenti si sono focalizzati nello specifico sul consumo di sostanze stupefacenti da parte dei giovani che induce a comportamenti violenti e devianti, effettuando lo scambio delle pratiche ottimali per combattere il fenomeno apprese dallo studio della letteratura italiana e rumena in materia.
d) “Strumenti e metodi per fronteggiare il fallimento scolastico; creazione di opportunità formative aggiuntive a giovani a rischio di marginalizzazione sociale; strumenti e metodi per incrementare la motivazione degli alunni”. Tali tematiche sono state affrontate nel contesto di una molteplicità di attività la prima delle quali realizzata con il Centro di Documentazione Pedagogica del Comune di Casalecchio di Reno e condotta all’interno dei locali della sede distaccata dell’ITC Salvemini.In seguito presso l’Ufficio Relazioni Internazionali dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna si è affrontato il tema delle opportunità per i giovani studenti provenienti da Stati esteri messe a disposizione dall’ateneo felsineo.
Mentre la Prof.ssa Rita Gatti – Ordinario della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna - ha tenuto per i due Consorzi una lezione accademica sul tema “Progettazione e valutazione di interventi educativi e formativi nei contesti multiculturali”.  

YES_3.JPGNelle giornate dell’11-12 Maggio 2011 il Progetto “Youth Educational Systems” – (YES) è stato presentato nell’ambito dei lavori della Conferenza Europea “Creating european networks of regions” tenutasi a Bordeaux (Francia) ed organizzata dalla Commissione Europea e dall’Agence Europe-Education-Formation France come iniziativa finalizzata alla divulgazione dei risultati ottenuti dai partenariati costituitisi nell’ambito dell’azione Comenius Regio e per innescare riflessioni ed interventi aggiunti atti a comprendere le modalità migliori che possano consentire la sostenibilità di lungo termine delle cooperazioni europee sorte nel biennio 2009-2011.

Quali prodotti finali del Progetto “Youth Educational Systems” – (YES) si possono annoverare la pubblicazione cartacea in tripla lingua (Inglese – Italiano – Rumeno) che racchiude tutto il materiale scientifico e metodologico – e relativi riferimenti fotografici - accumulato nel corso dei due anni di collaborazione tra i due consorzi; la pagina web dedicata al Progetto europeo presente sempre in tripla lingua (Inglese – Italiano – Rumeno) sul sito istituzionale dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna in cui sono pubblicati tutti i documenti realizzati e le varie tappe che hanno contraddistinto l’implementazione complessiva del Progetto; la piattaforma web per la correlazione a distanza tra partner; il dvd finale con le immagini più significative e la spiegazione complessiva dell’intera architettura progettuale.


Foto_Carlo_Diana
Carlo Diana  -Servizio Relazioni esterne e internazionali – Assemblea legislativa Emilia-Romagna