Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN AZIONE

Mobilità
Free Age: Senior Volunteers meeting young disabled people


L’esperienza dell’Associazione Uniamoci Onlus che ha realizzato un progetto di Volontariato Senior Grundtvig con un'associazione tedesca Werk Diakonisches di Brema con l'obiettivo principale di assistere le persone svantaggiate.
 

2g.JPGLa nuova idea sviluppata può essere riassunta nell’approccio “volontari senior-persone disabili”. I volontari sono stati selezionati tra gente adulta proveniente da gruppi con minori opportunità o disabili. Così la caratteristica innovativa del progetto è stata incentrata sui volontari adulti selezionati con lo scopo di aumentare le capacità personali e interculturali di volontari senior. Il campo di applicazione del progetto è stato il mondo della disabilità. I principali obiettivi sono stati: facilitare l'apprendimento non formale dei volontari senior ed incoraggiare la partecipazione di persone con minori opportunità. Questo processo ha permesso un circolo virtuoso capace di sviluppare l’apprendimento non formale condividendo attività ed esperienza. Allo stesso tempo sono migliorate le capacità linguistiche e sociali dei volontari, rafforzando il loro ruolo di cittadini attivi dell’ UE. Le attività del progetto hanno previsto uno scambio di volontari tra l’Associazione Uniamoci Onlus e Werk Diakonisches of Bremen, entrambe coinvolte quotidianamente nell’assistenza di gruppi svantaggiati.


Le attività svolte dai volontari si possono riassumere in:
- Assistenza e supporto ai soggetti diversamente abili  nello svolgimento delle usuali attività dell’organizzazione.
- Visite a centri specializzati a livello locale che operano per l’inclusione sociale dei soggetti diversamente abili (Centro Universitario per le disabilità, Centro Dedalo), al fine di conoscere le caratteristiche del sistema socio-assistenziale in Italia.
- Visita del centro di Palermo al fine di condurre un’Analisi delle barriere architettoniche presenti in strade, edifici pubblici, ristoranti e bar.
- Redazione di articoli per il social forum ed il periodico dell’Associazione Uniamoci Onlus “Disabile in…forma”, diretto da un giovane diversamente abile.
- Preparazione e partecipazione ad alcune puntate della web-radio dell’Associazione “Senza Barriere” gestita da un giovane diversamente abile. Le interviste sono state preparate dai volontari senior in collaborazione con i ragazzi diversamente abili del centro e poi condotte e tradotte in diretta da un giovane disabile.
- Partecipazione a  giornate di sensibilizzazione sociale in piazza sul tema della disabilità al fine di favorire un atteggiamento inclusivo da parte della popolazione locale.
- Realizzazione  di un collage delle città di Brema e Palermo con i ragazzi diversamente abili (su proposta di uno dei volontari senior) come simbolo dello scambio realizzato attraverso questo progetto.


E’ importante sottolineare come gran parte delle attività si sono svolte presso la sede sociale ed operativa dell’Associazione Uniamoci Onlus, un bene immobile confiscato alla mafia e offerto in comodato d’uso alla  nostra Associazione. In tal modo si è potuto comunicare un forte messaggio sociale sulla legalità ai volontari ospitati.
Tale esperienza ha favorito la nascita vere relazioni di amicizia tra tutti i partecipanti e un rafforzamento della partnership tra le organizzazioni coinvolte.


1g.jpgDavide Di Pasquale,  Presidente Associazione Uniamoci Onlus