Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN EVIDENZA

LLP
Disabilità e disagio sociale: le azioni di sostegno del Programma LLP


L'agenzia LLP come ogni anno ha dedicato molto spazio alla disabilità. Di seguito una galleria di esperienze e progetti vissuti in prima persona anche da studenti e discenti con bisogni educativi speciali.
 

La Commissione Europea si è sempre impegnata a rafforzare la partecipazione di tutte le persone svantaggiate alla società e all’economia e a migliorare il pieno esercizio dei loro diritti; ispirandosi da sempre all’attuazione effettiva della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.
La strategia europea al fine di migliorare l’inclusione sociale e il benessere delle persone disabili e svantaggiate è sicuramente evidente anche nel Lifelong Learning Programme come è ricordato nel "Programma d'azione per l'apprendimento permanente - Guida per il candidato 2012" all'articolo 12 della Decisione n. 1720/2006/CE del Parlamento europeo, che ha istituito il Programma LLP, si dichiara che nel promuovere le azioni di integrazioni dell'UE si deve "tener conto dei discenti con bisogni speciali e contribuire soprattutto a favorire la loro integrazione nei sistemi ordinari di istruzione e formazione".

L’Agenzia Nazionale LLP Italia
L’Agenzia Nazionale Italiana ha condiviso immediatamente queste tematiche sociali, ormai diventate centrali nelle politiche della Commissione Europea, e le ha fatte proprie “mettendo a disposizione degli studenti disabili in mobilità fondi aggiuntivi per l’integrazione delle varie borse  di mobilità e, se del caso, l’erogazione di un ulteriore contributo da definirsi sulla base di una stima dei costi aggiuntivi”.
Negli anni scorsi l’Agenzia Nazionale LLP ha sempre dato spazio alle diversità in termini di immigrazione, inclusione sociale e pari opportunità e anche quest’anno cerca di promuovere e diffondere quei progetti di mobilità che hanno reso protagonisti persone con disabilità o con forti disagi sociali.
Qui di seguito proproniamo una serie di racconti che danno voce a ragazzi, studenti, discenti adulti affetti da disabilità o da gravi disagi sociali che hanno avuto l’opportunità di vivere un’esperienza di apprendimento europea grazie al Programma LLP.


art_and_crafts__un_gruppo_di_studenti_ed_insegnanti_al_termine_delle_attivit___di_laboratorio__2012.JPGIl sistema educativo italiano prevede che gli alunni con bisogni speciali siano integrati nei normali percorsi di istruzione. Sono molte le scuole che hanno attivato progetti Comenius a cui partecipano attivamente alunni con forme di disabilità.
Tutti i racconti ci evidenziano quanto le esperienze di mobilità siano importanti occasioni per creare una più facile integrazione degli alunni con bisogni speciali con il resto della classe e quanto questi ragazzi incrementino la loro motivazione e il loro interesse verso gli argomenti trattati nel progetto europeo.


Accendi le stelle: l’esperienza europea dell’ISISS Cicognini Rodari di Prato
L’esperienza di Federico, alunno dell’ISISS Cicognini-Rodari di Prato, che ha partecipato da protagonista e con entusiasmo al partenariato multilaterale "Art & Craft As a Link Between Education and Workinglife", che ha visto coinvolte otto scuole in Polonia, Slovacchia, Estonia, Bulgaria, Romania, Italia, Spagna e Turchia.

W. In. N.E.R. - Wellbeing In New Education Research
Il Partenariato Comenius Regio W.In.N.E.R, che la Regione Umbria sta sviluppando con l’Ispettorato scolastico di Vaslui in Romania, si è posto l'obiettivo principale di valorizzare la promozione del benessere nei contesti scolastici per contrastare preventivamente le principali cause dell’abbandono scolastico.


Un partenariato Comenius contro la violenza: School without violence
Il partenariato Comenius School without violence, che ha coinvolto 8 istituti scolastici di diversi Paesi europei, ha dato la possibilità a persone molto lontane tra loro per lingua, cultura e religione di lavorare insieme sull'importante tema dell'uso della violenza tra i giovani.

Travelling with Narcisa - In viaggio con l'assistente Comenius
L’esperienza dell’Assistente Comenius rumena Narcisa che ha collaborato per un anno scolastico con la scuola media “G. Matteotti” di Vittoria (RG).  Il piano di lavoro settimanale dell’Assistente è stato incentrato su molte ore di sostegno ad alunni con difficoltà di apprendimento.


2g.JPGNel mondo Grundtvig il tema dello svantaggio e della disabilità è rappresentato a 360 gradi; infatti sia per le varie possibilità di finanziamento sia per i tanti diversi possibili soggetti beneficiari (associazioni di volontariato, Ong, Centri interculturali ect....) i progetti realizzati sono molto più eterogenei e riguardano tutto i settori dell’educazione degli adulti.

Visite e Scambi: una esperienza di crescita professionale e personale tra Barcellona e Bologna
L’esperienza di Claudia Iormetti che con una mobilità Visite e Scambi Grundtvig ha potuto osservare come l’associazione spagnola ABD di Barcellona lavora con i gruppi di tossicidipendenti.

Free Age: Senior Volunteers meeting young disabled people
L’esperienza dell’Associazione Uniamoci Onlus che ha realizzato un progetto di Volontariato Senior Grundtvig con un'associazione tedesca Werk Diakonisches di Brema con l'obiettivo principale di assistere le persone svantaggiate.

Formazione di docenti e istruttori negli istituti penitenziari europei
Giovanni  Suriano racconta la sua esperienza di Formazione in Servizio Grundtvig incentrata sul processo di inclusione sociale delle persone prive della libertà ad opera degli operatori penitenziari e dai formatori  negli istituti penitenziari europei.

Voci di dentro
Il partenariato di apprendimento Grundtvig “Voci di dentro” ha l’obbiettivo principale di mettere in piedi iniziative ad ampio raggio che riguardano il mondo carcerario volte al recupero e reinserimento di detenuti ed ex detenuti e a rimuovere nella società gli ostacoli costituiti soprattutto da pregiudizi e stereotipi.

Il progetto "Involvement": un ottimo esempio di partenariato di apprendimento Grundtvig
Il Consorzio Mercurio di Napoli e AFOL Sud Milano partecipano al partenariato di apprendimento Grundtvig che individua nel “coinvolgimento” la leva su cui puntare per incrementare la partecipazione dei “gruppi vulnerabili” alle iniziative del programma lifelong learning


Martina_Caironi_traguardo.jpgDal 1987, anno della sua nascita, il programma Erasmus rappresenta sicuramente la quintessenza della mobilità in Europa.  Dall’anno della sua nascita ad oggi si registra un forte incremento della partecipazione al programma da parte di studenti disabili.

2012: l’anno d’oro di Martina Caironi
Martina Caironi è una brillante studentessa iscritta all’Università di Milano Statale presso la facoltà di Mediazione linguistica e culturale e in questa splendida intervista ci racconta il suo anno fantastico: dall’Erasmus in Spagna all’oro alle paralimpiadi di Londra 2012.


Il progetto ''Holidays in a box'': inglese, cooperative learning e DSA
Il progetto “Holidays in a box” è stato realizzato con la scuola polacca Podstawowa 81 di Varsavia con il principale obbiettivo di rendere l’apprendimento della lingua inglese “attivo, costruttivo e situato” utilizzando anche processi metacognitivi e di memorizzazione, particolarmente importanti per gli alunni con DSA coinvolti nel progetto.

Pietro Michelacci
Agenzia nazionale LLP, Unità Comunicaizone