Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN AZIONE

Progetti multilaterali
“PASS”- Parents As Successful teachers


L’esperienza dell'Università di Torino e la Direzione Didattica Pinerolo IV Circolo che hanno partecipato al progetto europeo Grundtvig “PASS” conclusosi a Vienna nel novembre 2012.
 

L’Università di Torino e la Direzione Didattica Pinerolo IV Circolo hanno partecipato al progetto europeo Grundtvig “PASS” conclusosi a Vienna nel novembre 2012 con una conferenza dal titolo “A Path for the Learning Family: Parents as Providers of Early Language Learning and Development of Thinking”.
Il progetto,  dedicato all’insegnamento delle lingue straniere e allo sviluppo delle capacità cognitive nei bambini dai 4 ai 6 anni in ambito familiare, è nato ed è stato sviluppato da un consorzio di diversi enti ed associazioni dei seguenti Paesi europei: Austria, Lettonia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Spagna, Francia, Olanda.

“PASS” si propone di contribuire allo sviluppo delle competenze necessarie per affrontare le sfide della modernità multiculturale operando su un doppio binario: da un lato, avviare i bambini dai 4 ai 6 anni all’apprendimento di una lingua straniera conosciuta dai genitori, e dall’altro, sviluppare il pensiero creativo (il Thinking Approach).

Il progetto si caratterizza per un approccio marcatamente pragmatico in quanto le diverse esperienze di apprendimento linguistico e di sviluppo cognitivo proposte dai materiali operativi sono inserite nel contesto familiare quotidiano, al fine di favorire e sfruttare positivamente la relazione genitore-figlio. Gli strumenti offerti ai genitori sono flessibili, dinamici e task-based; coinvolgono i bambini nella soluzione di “situazioni problematiche” e possono essere facilmente adattati a diversi contesti linguistici, culturali e sociali.

 

I Il progetto PASS si è articolato in un’ampia gamma di attività e azioni: incontri laboratoriali e formativi destinati a docenti e genitori, coinvolgimento di genitori e di scuole nella sperimentazione e revisione dei materiali, seminari in campo universitario nonchè coinvolgimento di studenti in attività di ricerca per la stesura di due tesi presso l’Università di Torino.

Un' ampia parte del Progetto è ruotata attorno alla progettazione e alla realizzazione grafica dei materiali (guide, carte operative) destinati ai genitori, facilmente usufruibili e adattabili alle attività di routine quotidiana per trasformarla in esperienza di apprendimento linguistico e di sviluppo cognitivo. Si tratta di materiali innovativi, stimolanti ed efficaci, che sfruttano anche le potenzialità intersemiotiche di una veste grafica accattivante (colori, fumetti, disegni).

Dopo una prima fase pilota, i materiali, disponibili nelle diverse lingue, sono ora facilmente e gratuitamente scaricabili dal seguente sito .

La conferenza conclusiva di Vienna è stato un utilissimo momento di incontro  tra docenti, genitori e rappresentanti di diverse associazioni educative europee per confrontarsi e  condividere l’impianto teorico e metodologico del progetto. La conferenza, strutturata su due giornate, si è aperta con la visita ad una scuola primaria austriaca dove il 90% degli alunni non parla il tedesco come lingua madre. Il  concetto di integrazione attuato nella scuola ci ha piacevolmente colpito in quanto finalizzato non solo all’offerta di strumenti efficaci per l’apprendimento della lingua tedesca ma anche all’ acquisizione della lingua madre in quanto elemento fondamentale dell’identità personale.

In questo sistema educativo, i bambini hanno la possibilità di imparare a scrivere e leggere non solo in tedesco ma anche nella propria lingua nativa grazie ad attività settimanali (3 ore circa) con docenti madrelingua. Allo stesso modo, i bambini viennesi frequentanti la scuola possono frequentare mini-corsi pomeridiani in più lingue.

La conferenza si è poi articolata in interventi in plenaria e workshop pratici:

-       “Parents as Primary Educators of their Children”, Johannes Theiner, EPA

-       “Towards the learning culture in the family”, Olaf Weber, SOMALES (Germania)

-       “Learning to think: What do you mean?”, Alexander Sokol, TA (Lettonia)

-       “Bringing a new language to your child: challenges, mistakes and solutions”, Edgar Lasevich, TA (Lettonia)

-       “Visual things to help you and your child”, Harry Flosser Studio (Germania)

-       “What can we learn from PASS family interactions?”, Filomena Capucho dell’Università Cattolica del Portogallo

-       “Which approaches to early language learning?”, Silvana Rampone, DD Pinerolo IV Circolo (Italia)

-       “Development of thinking in the kindergarten”, Ingrida Murashkovska, TA Group

Nel suo complesso, la conferenza ha rappresentato non il punto di arrivo ma un importante momento di riflessione critica sui risultati ottenuti e sugli eventuali ulteriori sviluppi, nell’ottica della crescita e del coinvolgimento attivo dei genitori nell’educazione dei propri figli, in sinergia e integrazione con il mondo della scuola.

Di seguito il sito del progetto: http://www.ta-parents.eu/ .

 

silvana.jpg

Silvana Rampone, Direzione Didattica Pinerolo IV Circolo

Esterino Adami, Università di Torino -