Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN EVIDENZA

Erasmus
Professional mobility = Job opportunities


European Professional Card per i professionisti e un alert system a tutela dei consumatori
 

Parlamento europeo, presidenza irlandese e Commissione europea hanno raggiunto un accordo di principio per migliorare le norme di riconoscimento delle qualifiche professionali tra i paesi Ue attraverso l'introduzione di una carta professionale elettronica che sostituirà le procedure di dichiarazioni esistenti e permetterà la prestazione di servizi senza altre formalità.

professional_passport.jpg

Incoraggiare e supportare la mobilità in ambito professionale per consentire un arricchimento delle competenze nonché delle opportunità di impiego: questo il principio alla base dell’accordo politico raggiunto lo scorso 12 giugno. Senza escludere che il riconoscimento delle qualifiche professionali in Europa si chiarisce anche come un ulteriore tassello nel completamento del Mercato unico europeo.

Il Ministro dell'Istruzione irlandese Ruairí Quinn TD, parte attiva negli accordi, dichiara:

“This Directive provides tangible benefits to EU citizens...It will make it easier than ever before for appropriately qualified EU professionals to seek work in other EU countries..."

e aggiunge:

"...The common training principles, combined with the introduction for the first time of a European Professional Card, will make it easier than ever before for appropriately qualified EU professionals to seek work in other EU countries."

Il riconoscimento delle qualifiche in Europa si accompagnerà a percorsi di training condivisi così da armonizzare i diversi sistemi nazionali facilitando tra l’altro la spendibilità dei titoli di studio nel mondo del lavoro. 
Gli utenti saranno invece tutelati da un sistema di alert che interverrà in caso di deferimento dei possessori European Professional Card.

Ministro Quinn:

“Consumers and patients will also benefit from improved safeguards that are being introduced through the alert mechanism and the provisions on language testing."

"This new legislation has the potential therefore to promote professional mobility make a significant contribution to economic recovery, without compromising on consumer protection and patient safety.”

Per maggiori informazioni:

A cura di Alessia Ricci