Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN EVIDENZA

LLP
Il Quadro europeo delle qualifiche – EQF


Ancora un passo verso l'accessibilità e comparabilità dei sistemi di istruzione e formazione europei, per sostenere nuove possibilità di lavoro e di mobilità tra i paesi membri.
 
L’azione dell’Unione Europea in materia di promozione della trasparenza delle competenze e delle qualifiche ha segnato una tappa molto significativa con la recente adozione, da parte del Parlamento e del Consiglio, della Raccomandazione sulla costituzione del Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (European Qualifications Framework – EQF).

In base alla Raccomandazione(2008/C 111/01 del 23 aprile 2008), gli Stati membri sono invitati in particolare:
  • ad utilizzare l’EQF come strumento di riferimento per confrontare i livelli delle qualifiche dei diversi sistemi e per promuovere l’apprendimento permanente, le pari opportunità e l’ulteriore integrazione del mercato del lavoro europeo;
  • a riferire i propri sistemi nazionali di qualifiche ai livelli dell’EQF entro il 2010 (possibilmente attraverso lo sviluppo di quadri di riferimento nazionali – National Qualifications Frameworks - NQF);
  • ad assicurare che tutti i nuovi certificati di qualifica, i diplomi ed i documenti Europass contengano un chiaro riferimento al livello pertinente dell’EQF entro il 2012;
  • ad adottare un approccio basato sui risultati dell’apprendimento nella definizione e nella descrizione delle qualifiche ed a promuovere la validazione dell’apprendimento non formale ed informale secondo i principi comuni europei
Da parte sua, la Commissione europea si impegna:
  • a sostenere la cooperazione, lo scambio di buone pratiche e la sperimentazione (in particolare attraverso le pratiche di peer review volontaria ed il finanziamento di progetti pilota nell’ambito dei programmi comunitari). In proposito, è utile sapere che il prossimo Invito a presentare proposte del Programma sull’apprendimento permanente (LLP) per il 2009 contiene una priorità dedicata nel dispositivo settoriale Leonardo da Vinci;
  • a svolgere le necessarie azioni di informazione e promozione;
  • ad elaborare materiale di supporto e di orientamento;
  • a promuovere le connessioni e la coerenza complessiva tra l’EQF ed i sistemi europei per il trasferimento e l’accumulazione dei crediti nell’istruzione superiore (l’ECTS) e nell’istruzione e nella formazione professionale (l’ECVET di prossima adozione).


Il Quadro europeo delle qualifiche può essere considerato come un “meta-quadro”, vale a dire un punto di riferimento neutrale per classificare i livelli di qualificazione ed una sorta di strumento di traduzione per comparare le qualificazioni in tutta Europa, con l’obiettivo di promuovere la mobilità degli individui e l’apprendimento lungo tutto l’arco della vita. Esso non intende sostituirsi ai quadri di riferimento o ai sistemi nazionali, ma solo permettere una migliore comparazione ed una più facile comunicazione tra questi. Tuttavia, nel raccomandare ai governi di riferire i propri sistemi al quadro comune, l’EQF inevitabilmente si propone di agire anche come catalizzatore dei processi di riforma nazionali e, in particolare, di promuovere lo sviluppo dei quadri nazionali di qualifiche.
L’EQF ha carattere onnicomprensivo, ovvero si propone di includere tutte le qualificazioni esistenti in una prospettiva di apprendimento lifelong e lifewide: dall’istruzione e la formazione professionale all’istruzione superiore, dalla formazione iniziale alla formazione continua ed all’educazione degli adulti, all’apprendimento formale a quello non formale ed informale. In questa logica, esso è basato su otto livelli di riferimento, dalle qualificazioni di base (Livello 1, corrispondente ad esempio alle qualificazioni acquisite al termine della scolarità obbligatoria) a quelle più avanzate (Livello 8, corrispondente ad esempio ai dottorati di ricerca).
Ciascun livello è definito da una serie di descrittori, che indicano i risultati dell’apprendimento delle qualificazioni ascrivibili a tale livello, in termini di conoscenze, competenze ed abilità che il discente deve aver acquisito per qualificarsi - indipendentemente dal sistema o dalle modalità in cui la qualificazione sia acquisita. Pertanto, i livelli di riferimento dell’EQF spostano l’attenzione da un approccio tradizionale, basato sugli input dell’apprendimento (durata di un’esperienza formativa, tipologia di istituto, ecc.), ad uno schema legato invece ai risultati dell’apprendimento.
Il successo dell’EQF dipende in effetti dalla sua effettiva implementazione nell’ambito degli Stati membri e tale applicazione a livello nazionale presuppone che tutti gli attori e gli stakeholder coinvolti (decisori politici, parti sociali, istituti che offrono istruzione e formazione, imprese, individui, ecc.) credano nella rilevanza e nell’utilità del dispositivo. In questo processo, alcune sfide importanti di qui al 2012 riguardano:
  • l’importanza di utilizzare l’implementazione dell’EQF come reale occasione di cambiamento per i sistemi nazionali;
  • la necessità di reinterpretare le qualificazioni nazionali in termini di risultati dell’apprendimento, quale condizione per l’oggettività e la trasparenza – che in molti contesti richiede un profondo cambiamento di mentalità rispetto agli approcci tradizionali basati sugli input;
  • l’applicazione di approcci di assicurazione qualità nel riferire le qualificazioni esistenti ai livelli dell’EQF, quale presupposto per la fiducia reciproca;
  • lo sforzo di abbattere le barriere esistenti nell’ambito dei sotto-sistemi nazionali (ad esempio, tra l’istruzione e la formazione professionale da un lato e l’istruzione superiore dall’altro) e di incrementare la permeabilità;
  • la creazione di collegamenti effettivi tra l’EQF ed i sistemi esistenti o futuri per l’accumulazione ed il trasferimento dei crediti nell’IFP e nell’istruzione superiore (in particolare, i sistemi ECTS ed ECVET), nonché con Europass;
  • l’efficace utilizzo degli strumenti di finanziamento esistenti (in particolare il Programma comunitario sull’apprendimento permanente-LLP) per promuovere progetti pilota volti a supportare la sperimentazione e l’attuazione di aspetti specifici del quadro di riferimento.


PER SAPERNE DI PIÙ’:
http://ec.europa.eu/education/policies/educ/eqf/index_en.html


di Sveva Balduini
Agenzia Nazionale LLP - Programma settoriale Leonardo





Abilità = indicano le capacità di applicare conoscenze e di utilizzare know how per portare a termine compiti e risolvere problemi. Nell’EQF esse sono descritte come cognitive o pratiche.

Competenze = comprovata capacità di utilizzare conoscenza, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale. Nell’EQF, esse sono descritte in termini di responsabilità e autonomia.

Conoscenze = risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento. Le conoscenze sono un insieme di fatti, principi, teorie e pratiche relative ad un settore di lavoro o di studio. Nell’EQF, esse sono descritte come teoriche e/o pratiche.

Risultati dell’apprendimento = descrizione di ciò che un discente conosce, capisce ed è in grado di fare al termine di un processo di apprendimento. I risultati sono definiti in termini di conoscenza, abilità e competenze.

Quadro nazionale delle qualifiche (o qualificazioni) = strumento di classificazione delle qualifiche in funzione di una serie di criteri basati sul raggiungimento di livelli di apprendimento specifici. Esso mira a integrare e coordinare i sottosistemi nazionali delle qualifiche ed a migliorare la trasparenza, l’accessibilità, la progressione e la qualità delle qualifiche.

Sistema nazionale di qualifiche (o qualificazioni) = complesso di attività di uno Stato membro connesse con il riconoscimento dell’apprendimento e altri meccanismi che raccordano l’istruzione e la formazione con il mercato del lavoro. Un sistema nazionale di qualifiche può essere composto di vari sottosistemi e può comprendere un quadro nazionale di qualifiche.

Qualifica (o più in generale Qualificazione) = risultato formale di un processo di valutazione e validazione, ottenuto quando un organismo competente stabilisce che un individuo abbia raggiunto dei risultati di apprendimento secondo uno standard prestabilito.