Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN EVIDENZA

Visite di Studio
Cedefop celebra il successo delle Visite di Studio, in attesa di Erasmus+


La Conferenza dedicata all'impatto delle Visite di Studio in LLP ha fatto il punto sulle prospettive di questo tipo di attività nel programma Erasmus +
 
Con l’ultima scadenza, in programma il prossimo 15 ottobre le Visite di Studio  coincidono con la fase finale di LLP. In sette anni questo tipo di attività hanno coinvolto oltre 15 mila fra dirigenti scolastici e decisori politici in materia di istruzione e formazione. Grazie alle visite i beneficiari hanno messo su reti, rivisto le pratiche di lavoro ed influenzato il cambiamento politico.

Con Erasmus+ ci saranno cambiamenti anche per questo tipo di attività; a chi ha beneficiato dei vantaggi della visita di studio e come tali vantaggi saranno integrati in Erasmus + è stata dedicata la conferenza organizzata dal Cedefop “Promoting change in education and training policy and practice - The value of peer learning”. All’evento hanno partecipato organizzatori e partecipanti, rappresentati delle Agenzie Nazionali e della Commissione europea, parti sociali, membri del Comitato Lifelong Learning.

cedefop_conference.jpgDurante l'incontro sono stati organizzati 13 gruppi strutturati come “mini visite di studio” con expartecipanti/organizzatori, che hanno discusso sul valore delle attività svolte ed elaborato suggerimenti su Erasmus +.

In apertura di conferenza, il direttore (facente funzione) di Cedefop Christian Lettmayr ha dicharato “La partecipazione della società civile nell’implementazione di qualunque cambiamento politico è di fondamentale importanza. Dobbiamo trovare una strada alternativa per mantenere i benefici del peer learning, che contribuiscono alla costruzione dell’identità europea”.

Anna-Maria Ginnopoulou – Ce ha dichiarato: "Erasmus + si svilupperà maggiormente a livello sistemico, con focus sulle politiche educative a al metodo di coordinamento aperto per raggiungere gli obiettivi di Europa 2020".

I Partecipanti hanno evidenziato l’impatto delle visite che, anche se di difficile misurazione, è stato diffuso e significativo: i benefici del networking saranno misurabili solo nel lungo periodo ed hanno permesso ai decisori politici di trovare con maggior sicurezza nuove soluzioni alle sfide previste dal loro lavoro.

Le parti sociali ed i rappresentanti delle autorità locali hanno espresso i desiderio di avere ruoli centrali in Erasmus +, in considerazione del ruolo ponte tra educazione, formazione e impiego.

Il rappresentante delle EC ha affermato che nel nuovo programma l’approccio non sarà dall’altro verso il basso e che le parti sociali manterranno il loro ruolo di osservatori ed avranno molte opportunità a partecipare in varie azioni  del programma.

Per maggiori informazioni: http://www.cedefop.europa.eu/EN/news/21881.aspx

traduzione ed editing EM