Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN EVIDENZA

LLP
I nuovi Quaderni LLP su monitoraggio e la valorizzazione


Le due pubblicazioni, a cura dell'Agenzia LLP, sono dedicate a tematiche di interesse trasversale: monitoraggio e valorizzazione. Le pagine dei Quaderni raccolgono gli interventi, la documentazione ed un'ampia vetrina delle esperienze realizzate in Comenius, Erasmus e Grundtvig.
 
I due quaderni LLP, pubblicati da poco dall’Agenzia nazionale, riflettono l’approccio stesso dell’agenzia nei confronti del Lifelong learning; non quaderni separati per ogni singolo programma settoriale ma due pubblicazioni che riuniscono Comenius, Erasmus e Grundtvig per confrontarsi su tematiche di interesse trasversale: monitoraggio e valorizzazione. Due elementi che all’interno del nuovo Programma rappresentano nuovi spazi d’azione per la cooperazione.
Proprio a questi nuovi aspetti prioritari per la Commissione europea, da un lato il monitoraggio dei progetti per il miglioramento della qualità e dall’altro la necessità di far conoscere i risultati e renderli fruibili, sono stati dedicati due eventi nazionali nell’autunno 2007, di cui le due nuove pubblicazioni raccolgono gli interventi, la documentazione e le esperienze presentate come best practice.

 

Comenius, Erasmus, Grundtvig: invito al monitoraggio
Focus sul plurilinguismo

Il Quaderno nasce dal primo incontro nazionale di monitoraggio tematico organizzato dall’Agenzia lo scorso 15 novembre con il coinvolgimento diretto di scuole, università e organizzazioni impegnate nell’educazione degli adulti che hanno realizzato esperienze transnazionali nell’ambito di Comenius, Erasmus e Grundtvig.

Il tema scelto per l’incontro è ancora il plurilinguismo che,come ricorda Fiora Imberciadori nell’introduzione, deve essere al centro della nostra costruzione europea, indispensabile competenza per il dialogo, la comprensione dell’altro, l’inclusione sociale.
Agli interventi di esperti sul tema che hanno fornito a tutti i partecipanti ampi spunti di riflessione, sono seguite le esperienze che nei progetti Comenius, Erasmus e Grundtvig hanno fatto del plurilinguismo un punto di forza.

L’ incontro per il monitoraggio: primo passo di un percorso verso la qualità
Nella pubblicazione viene dato spazio anche ai report dei lavori di gruppo, che hanno concluso l’incontro di monitoraggio e testimoniano il confronto aperto tra agenzia e partecipanti, a sottolineare il carattere non di valutazione e giudizio ma di consulenza e orientamento che il monitoraggio viene ad assumere nella progettazione LLP, al fine di lavorare insieme verso la qualità in tutte le fasi del progetto.
Cogliamo l’occasione per ringraziare ancora quanti hanno preso parte all’incontro, che riceveranno per posta il quaderno e tutti gli interventi che ci hanno aiutato ad ampliare la riflessione sul plurilinguismo.

M-tool, un nuovo strumento…per l’auto-monitoraggio
Nelle pagine del quaderno viene presentato anche M-tool, un questionario/guida sviluppato dalle Agenzie nazionali di Portogallo, Finlandia, Turchia, Romania, Polonia e Italia da utilizzare a livello europeo sia dalle stesse agenzie, per il monitoraggio in situ dei partenariati, che per attività di auto-monitoraggio da parte dei beneficiari.
Il questionario, che rappresenta il cuore di M-tool, si sviluppa attorno agli aspetti da seguire per procedere sul giusto binario nella gestione del progetto (ideazione, comunicazione con i partner, mobilità, valorizzazione, ecc.), ed è stato inserito nella pubblicazione come inserto staccabile, ad uso e consumo dei beneficiari.


Disseminazione e Valorizzazione - Nuove parole, nuove realtà
Disseminare e valorizzare:gergo da burocrazia di Bruxelles o termini traducibili in azioni concrete, se rapportati ai progetti europei? Disseminare, rendere visibili e utilizzabili i risultati di un progetto, valorizzare i processi e i prodotti finali in modo da mettere a sistema sono priorità che la Commissione europea indica per tutti i progetti di cooperazione, e che hanno acquisito un valore ancora più forte all’interno del Lifelong Learning Programme.

In questo senso, l’incontro "Disseminare, valorizzare, esistere", organizzato a Firenze a novembre 2007, ha risposto alla priorità espressa dalla Commissione europea e allo spesso tempo ha creato e un’occasione d’incontro fra attori provenienti dal mondo della scuola, dell’università e dell’educazione degli adulti per confrontarsi sul tema della valorizzazione. Anche questo quaderno, come il precedente, raccoglie gli atti del convegno, gli interventi tecnici di rappresentanti dell’Agenzia LLP e la presentazione di buone pratiche per la valorizzazione di esperienze realizzate nei partenariati e nei progetti Comenius, Erasmus e Grundtvig.

Nel selezionare le esperienze da presentare durante il convegno e inserire nel quaderno, l’Agenzia ha dato spazio e visibilità a quelle istituzioni che negli anni, pur “non conoscendo” la parola valorizzazione si sono impegnate a diffondere, rendere visibili e fruibili i risultati dei loro progetti, rendendoli parte di un’esperienza di apprendimento condivisa non solo da docenti, alunni e discenti, ma anche dalla comunità locale di riferimento.

E l’Agenzia cosa fa per la valorizzazione dei progetti stessi?
Se la prima parte è dedicata ai progetti sviluppati da scuole, università e istituti impegnati nell’educazione degli adulti, nella seconda parte del quaderno vengono presentate alcune attività che l’agenzia ha portato avanti in cooperazione con altre agenzie nazionale. Si tratta di una carrellata che, seppur in modo sintetico, evidenzia l’impegno dell’agenzia italiana nel promuovere attività di valorizzazione e disseminazione.

Un’ampia sezione del quaderno è dedicata ai progetti vincitori dell’edizione 2007 di E-quality Label, il riconoscimento Europeo di Qualità per i progetti Comenius e Grundtvig – Programma Socrates. La cerimonia di premiazione, durante il convegno, ha visto la partecipazione emozionata dei rappresentati gli istituti scolastici e le istituzioni Grundtvig che hanno proposto i loro progetti come esempi di buona pratica, mentre le schede all’interno del quaderno pongono l’accento sugli elementi di innovatività, qualità nell’implementazione e nella gestione delle attività, risultati, ricaduta e sostenibilità dei progetti che si sono aggiudicati il riconoscimento.

Oltre al riconoscimento E-quality, la pubblicazione dedica un approfondimento al progetto EST European Shared Treasure, coordinato dall'Agenzia italiana e sviluppato in partenariato con tre agenzie (austriaca, greca e polacca). La banca dati EST è uno strumento documentario on line comune e condiviso, che raccoglie e rende visibile l’immenso patrimonio di esperienze didattico-pedagogiche e prodotti finali realizzati dai partenariati Comenius e Grundtvig. Grazie a un sistema di database che interagiscono in rete e permettono le ricerche da e in tutti i paesi, è finalmente possibile la circolazione delle buone pratiche oltre i confini nazionali.
Infine, Eman, un progetto sviluppato in collaborazione con le Agenzie nazionali di Svezia, Norvegia e Regno Unito e dedicato alla valorizzazione di esperienze maturate nell’ambito della formazione in servizio Comenius e Grundtvig, nella convinzione che si possa e si debba diffondere, rendere utili e visibili non solo partenariati ma anche le esperienze europee scaturite da attività di mobilità individuale.

Glossario nuove parole nuove realtà?
Il quaderno si chiude con il glossario dei termini utili ad orientarsi nelle attività di cooperazione e con un punto di domanda, al quale siamo sicuri che troveremo risposte già all’interno dei progetti presentati alla scadenza del 15 gennaio scorso.

Entrambe le pubblicazioni sono disponibili on line in formato pdf e possono essere richieste all’indirizzo redazionellp@indire.it (specificando l’indirizzo postale).

Appuntamento alla seconda metà del 2008 per i nuovi incontri di Monitoraggio e Valorizzazione!

 

di Valentina Riboldi

 

ed Elena Maddalena