Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN AZIONE

Erasmus
La differenza dell’approccio creativo: esperienze di formazione nel Conservatorio di Musica di l’Aquila ieri e oggi


Dal 2009 il Conservatorio "Alfredo Casella" ha attivato la mobilità studenti per tirocini in impresa Erasmus. La docente Luisa Prayer racconta le esperienze di tre giovani del Conservatorio, in placement a Parigi e l'importanza della rete Erasmus nei giorni drammatici del sisma.
 

Dal 2009 i principali istituti di istruzione superiore de l’Aquila, organizzati in un consorzio, hanno aggiunto alle opportunità offerte dal programma Erasmus anche la mobilità studenti per tirocini in impresa (Student Mobility Placement). Una buona notizia per molti giovani universitari, che nell’annus horribilis del capoluogo abruzzese sono stati ingiustamente colpiti, subendo gravi perdite. Tra i membri del consorzio anche il Conservatorio di musica “Alfredo Casella”, il cui coordinatore è attualmente la professoressa Luisa Prayer. Nell’a.a. 2008/2009, il Conservatorio ha organizzato tre esperienze di tirocinio Erasmus in Francia. Lo scopo delle attività di formazione è illustrato nella sintesi del progetto presentato dal consorzio all’Agenzia LLP:

“Avviare una formazione completa e inter-disciplinare che permetta a ogni studente di condividere e approfondire le proprie conoscenze in ambito europeo […]. Le attività proposte dal progetto contribuiscono a
- aumentare sia il volume che la qualità della mobilità di studenti, docenti e staff;
- incrementare e migliorare la cooperazione multilaterale degli istituti di istruzione superiore in Europa;
- sviluppare prassi innovative dell'istruzione e della formazione a livello terziario;
- costruire il triangolo della prayer_collemaggio.jpgconoscenza;
- promuovere la creatività, la competitività, l'occupabilità e lo sviluppo di uno spirito imprenditoriale;
- rafforzare il ruolo dell'istruzione e della formazione nel contesto del processo di Lisbona a livello europeo e nazionale per promuovere non soltanto la competitività, ma anche lo sviluppo
economico sostenibile e la coesione sociale”.

 
Le testimonianze dei tre giovani studenti aquilani, iscritti al Dipartimento Nuove tecnologie e Linguaggi musicali del Conservatorio, sono state presentate come buona pratica LLP nell’ambito della Conferenza “Sogna l’Europa – Declinazioni creative di apprendimento permanente”, l’incontro organizzato a Firenze dall’Agenzia LLP con l’ANSAS, e dedicato a quei progetti che hanno messo innovazione e creatività al centro delle loro attività.

Nel tempio della musica elettroacustica. L’esperienza di Carlo Laurenzi all’IRCAM di Parigi

Interessante l’esperienza di Carlo Laurenzi, il primo studente italiano a svolgere un semestre in Erasmus placement presso l’IRCAM - Institute de Recherche et Coordination Acoustique / Musique - di Parigi. L’istituto francese è all’avanguardia nell’ambito della ricerca musicale ed acustica ed ha offerto allo studente un’opportunità formativa di alto livello europeo. Il tirocinio si è sviluppato nell’ambito della musica elettroacustica e contemporanea, con la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie informatiche per la sintesi ed il trattamento del suono in tempo reale. Nella primavera di quest’anno Laurenzi ha lavorato in particolare ad una  revisione completa, aggiornata ai più moderni sistemi di sintesi in tempo reale e trattamento del suono,  della parte elettronica di un'opera del compositore francese Philippe Manoury, "K...", in vista di una ripresa. Ha inoltre effettuato una ricerca sul software di proprietà dell’IRCAM,  sulla sintesi in tempo reale ("Phase Sinchrone OverLap and Add"), ed ha imparato ad utilizzare software sviluppati dall’IRCAM per la composizione assistita o generata dal Computer, e per la sintesi sonora per modelli fisici, che permette di inventare strumenti virtuali, di cui è possibile controllare e modificare ogni aspetto dell'emissione sonora. 
 “Lavorare in un ambiente stimolante come l’IRCAM, dove sono state realizzate opere importantissime di Boulez, Berio, Fedele, Harvey, solo per citare alcuni compositori, confrontarsi con una delle realtà più all’avanguardia nel settore è una preziosa esperienza – spiega la Prof.ssa Luisa Prayer, responsabile Erasmus del Conservatorio – che permette un confronto con ricercatori di altissimo livello, arricchisce il curriculum e quindi può facilitare l’accesso a professioni di rilievo".



Prove di multimedialità: due studenti de l’Aquila a Radio France

A marzo di quest’anno Massimiliano Cerioni e Stefano Tofani hanno raggiunto Parigi per svolgere il loro placement presso l’INA - Istituto nazionale audiovisuale -  GRM – Gruppo di Ricerche musicali, che ha sede in Radio France; questo centro si occupa di tutela del patrimonio culturale audiovisivo, a livello di archiviazione e restauro, e opera nel campo della ricerca musicale, dei linguaggi, delle tecnologie e della multimedialità, con diverse attività, sia di produzione musicale- concerti, trasmissioni radiofoniche- che di sviluppo e distribuzione di software.
Qui i due studenti del Conservatorio di l’Aquila hanno svolto il loro tirocinio di assistenza musicale e tecnica, applicandosi alla verifica e al perfezionamento di software  realizzati dal gruppo francese per la distribuzione commerciale. Si tratta della realizzazione di un progetto sperimentale multimediale, che utilizza la tecnologia dell’IPod touch e del PC, collegati fra loro in wi-fi. “ Siamo particolarmente soddisfatti – dice la prof.ssa Prayer-  che gli allievi del nostro Dipartimento si siano potuti a pieno titolo inserire in una sperimentazione così interessante, sviluppando le proprie conoscenze e la propria esperienza nella ricerca applicata”.



prayer_musici2.jpgI placement Erasmus: un nuovo canale per nuovi percorsi di studio 

La possibilità di avviare questi Erasmus placement è nata grazie ai contatti personali sviluppati con gli istituti francesi dal prof. Michelangelo Lupone, direttore del Dipartimento Nuove tecnologie e Linguaggi musicali del Conservatorio di L’Aquila, da lui creato nel 2003. Una rete di rapporti che si è ulteriormente arricchita con il contatto attivato dalla Prof.ssa Prayer con il compositore Georges Bloch, nuovo direttore del dipartimento Métiers du Son del Conservatoire Nationale di Parigi. “E’ allo studio  - spiega la professoressa Prayer - la creazione di un nuovo dipartimento che ricalchi lo schema adottato a Parigi, simile a quello di area tedesca: abbiamo in programma già per il prossimo autunno visite preparatorie e periodi di staff training per avviare il progetto. In generale crediamo sia importante ampliare l’offerta formativa musicale, e quindi sviluppare anche per gli studenti dei Conservatori esperienze di tirocinio non solo in campo didattico ed esecutivo, ma anche di padronanza dei sistemi multimediali o manageriale. Al musicista d’oggi è necessaria l’acquisizione di competenze in vari settori per uno sviluppo creativo e al passo con i tempi della propria carriera”.
  
prayer_consiglio.jpgLa rete Erasmus,  rete nazionale ed europea di soccorso nell'emergenza terremoto

“La rete di contatti Erasmus – continua la prof.ssa Prayer-  si è rivelata uno strumento estremamente flessibile, che nell’emergenza post terremoto che ci siamo trovati ad affrontare si è rivelata una rete di soccorso e di contatti di grande utilità, sia a livello di relazioni europee, per cui è stata creata, sia a livello di relazioni tra gli istituti del nostro paese, che in effetti tramite la rete Erasmus hanno a disposizione un referente anche per le comunicazioni a livello nazionale. Moltissimi si sono immediatamente attivati, sia direttamente che su sollecitazione di alcuni responsabili che avevano una rete di rapporti consolidata. E così abbiamo ricevuto segni di solidarietà da molte città italiane ed europee, con offerte concrete di aiuto, sia attraverso gli scambi Erasmus, che abbiamo tentato di incentivare, per dare una immediata alternativa ai nostri studenti, sia attraverso le tante iniziative che a nostro favore sono state promosse. Mi piace in particolare salutare e ringraziare - conclude la prof.ssa Prayer - la dott.ssa Aceto e la Dott.ssa Peritore dell’Agenzia LLP che hanno diramato un SOS per noi presso tutti i Conservatori, il direttore del Conservatorio di Verona Prof. Hugh Ward Perkins, che ha attivato per noi tutti i suoi numerosissimi contatti europei, il prof. Nico Tagliente, referente di Monopoli, che ci ha permesso di attivare un placement ad Essen per una nostra allieva organista; i numerosi Conservatori che hanno tenuto concerti per promuovere una raccolta fondi a nostro favore (Trento, Trapani, Venezia, La Spezia, Piacenza, tra i primi), e tutte le istituzioni musicali europee che si sono offerte di accogliere i nostri studenti e dare borse di studio (Graz, Francoforte, Trossingen, Goteborg, Tampere, Weimar, Malmo, Wroclaw e tanti altri).”

(Se non visualizzi l'intervento completo della prof.ssa Prayer clicca qui).

sogna_create09.gifGuarda la galleria con tutti gli interventi, le presentazioni e le performace realizzate durante la Conferenza "Sogna l'Europa".

a cura di Elena Maddalena
Unità Comunicazione
Agenzia LLP Italia