Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

IN AZIONE

Grundtvig
Lances, ovvero il ruolo determinante del lifelong learning nella promozione della cittadinanza attiva


Il progetto Grundtvig Lances, "Learning in Action for a New Citizenship Education System” è volto a sviluppare opportunità educative per incrementare la partecipazione attiva dei cittadini di tutte le età e di qualsiasi provenienza socio-culturale nelle pratiche e nei processi di governance locale.
 

In una società Europea sempre più pluralistica come quella attuale, risulta di fondamentale importanza sensibilizzare i cittadini Europei alla necessità di acquisire valori democratici e civili comuni, che permettano loro di poter svolgere il ruolo attivo di una cittadinanza, la quale, rispettosa della diversità socio-culturale, si fondi sui principi democratici comuni definiti nell’Articolo 6 del Trattato Europeo e nella Carta Europea dei Diritti Fondamentali. In questo senso occorre sviluppare una maggiore consapevolezza sul ruolo che il Lifelong Learning può assumere nel favorire la partecipazione ai processi decisionali che coinvolgono cittadini e le istituzioni.

Difatti, soprattutto a partire dal 1997, i programmi volti all’Educazione per la Cittadinanza Democratica e per i Diritti Umani (EDC/HRE) occupano un posto rilevante nelle politiche educative definite dal Consiglio d’Europa, il quale in questi anni si è particolarmente adoperato per la promozione dei sistemi di educazione alla cittadinanza attiva ed alla partecipazione democratica attraverso specifici programmi di finanziamento e la realizzazione di iniziative a livello europeo, come quella legata alla celebrazione dell’Anno Europeo della Cittadinanza Attiva.

In particolare, le dinamiche sociali relative ai processi di partecipazione democratica dei cittadini mirano tutte alla valorizzazione strategica delle politiche educative intese come fattori essenziali per la promozione dello sviluppo locale, ambito che meglio permette alle comunità cittadine di prendere parte direttamente ai processi decisionali. Pertanto, è necessario trasformare queste politiche in pratiche e metodologie educative rivolte ai cittadini ed alle future generazioni di cittadini, al fine di aumentare le loro competenze per una corretta gestione ed un uso appropriato dei beni comuni, nonché per comprendere le nuove dinamiche e conseguenze provocate dal processi di democratizzazione, i quali spesso rischiano di provocare l’esclusione di ampie categorie di cittadini privi di sufficienti conoscenze e competenze partecipative.

Partendo dalla consapevolezza del ruolo significativo svolto dal Lifelong Learning nella promozione della cittadinanza attiva e della partecipazione al processo partecipativo che coinvolge le aggregazioni locali, il progetto europeo LANCES-Learning in Action for a New Citizenship Education System (142137-LLP-2008-IT-GRUNDTVIG-GMP) è volto a sviluppare opportunità educative finalizzate ad incrementare, sia sul piano qualitativo che quantitativo, la partecipazione attiva dei cittadini di tutte le età e di qualsiasi provenienza socio-culturale nelle pratiche e nei processi di governance locale, attraverso il coinvolgimento diretto degli attori locali pubblici e privati operanti in questo settore.

La partnership Europea
Il progetto – coordinato dall’UPTER-Università Popolare di Roma  in partnership con Speha Fresia (Italia), Institut FBI (Austria), DVV International (Bulgaria), AESD (Romania) e Sozial.Label (Germania) – ha una durata biennale, dall'ottobre 2008 al settembre 2010 .

Un’ampia offerta formativa ed un ampio target.
L’offerta formativa, rivolta a cittadini, docenti, formatori, facilitatori, stakeholder pubblici e privati, propone una serie di iniziative informative e formative a livello locale (interviste, conferenze, workshop, seminari), nonché la sperimentazione di moduli formativi e metodologie partecipative attraverso quattro principali fasi di coinvolgimento:
Informazione - presentazione di problematiche di interesse, di metodologie, di soluzioni alternative.
Formazione - acquisizione di conoscenze e competenze da utilizzare nelle varie fasi del processo decisionale sulla base dei diversi livelli di coinvolgimento dei gruppi.
Consultazione - identificazione e valutazione delle soluzioni alternative e delle proposte presentate durante i dibattiti di gruppo.
Decisione - elaborazione di soluzioni e decisioni alternative, raggiungimento di decisioni partecipate e condivise e di piani d’azione congiunti.

L’approccio metodologico mira ad essere attivo, democratico, interattivo, critico, collaborativo, partecipativo e trasversale e si avvarrà di una piattaforma virtuale volta, in particolare, all’auto-formazione e all’aggiornamento per giovani utenti ed educatori. In particolare, nel corso del primo anno è prevista la sperimentazione della metodologia partecipativa dello Scenario Workshop, la quale - riconosciuta a livello europeo e strutturata in modo tale da facilitare l’elaborazione di “visioni ed idee utopiche” con l’ausilio di scenari contestualizzati – è particolarmente indicata ad identificare e a trattare le differenze e le affinità di opinione esistenti all’interno di diversi gruppi interessati ai fini del raggiungimento di una decisione partecipata e condivisa. Attualmente, il progetto ha concluso il suo primo anno di attività.

Attività e prodotti realizzati nel 2009:

  • un piano di disseminazione nazionale e transnazionale;
  • 5 mappe nazionali contenenti i riferimenti agli stakeholders e a tutti gli attori chiave da coinvolgere direttamente nelle attività progettuali a livello locale;
  • un questionario sulla partecipazione, il quale, tradotto in tutte le lingue dei paesi partner, è stato utilizzato per valutare il livello di partecipazione dei rispettivi stakeholder nazionali all’interno delle loro organizzazioni ed i bisogni formativi dei cittadini in materia di cittadinanza attiva;
  • due report di ricerca contenenti rispettivamente i risultati dell’indagine svolta nei paesi partner attraverso il questionario, nonchè una raccolta sulle buone pratiche partecipative ed educative Europee,
  • un sito web http://www.lances.eu.com/
  • una piattaforma di apprendimento ODL rivolta soprattutto ai giovani utenti, http://www.lapisvillage.net/moodle/moodle
  • quattro workshop locali di sperimentazione della metodologia partecipativa Europea dello Scenario Workshop a Berlino, Roma, Sofia e Bucharest,
  • un’analisi comparativa sui risultati dei workshop metodologici locali svolta dal partner austriaco FBI,
  • 4 meeting pubblici in Germania, Bulgaria, Romania, Italia.

Nel secondo anno, in un’ottica di continuità con l’attività di ricerca del primo anno, verranno sperimentati, a Roma, Berlino e Sofia, dei moduli di formazione alla cittadinanza attiva rivolti ai cittadini di tutte le età e di qualsiasi provenienza socio-culturale, nonché prodotto un manuale contenente materiale ed indicazioni didattiche per discenti, formatori, facilitatori ed operatori dei sistemi integrati locali.

di Isabella Di Stefano, coordinatrice progetto LANCES

Lances1.jpgVai al sito web Lances, Learning in Action for a New Citizenship Education System

Scarica la /in_azione/Lances_brochure_IT.doc Brochure Lances  1.08 MB

editing LV