Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

eTwinning

logo_trs.pngGemellaggi elettronici tra scuole in Europa




Cos'è eTwinning?


eTwinning è un’iniziativa europea nata per integrare le tecnologie dell’informazione della comunicazione nei sistemi d’istruzione e formazione, principalmente attraverso lo strumento dei gemellaggi elettronici tra scuole europee primarie e secondarie, ma anche coinvolgendo gli insegnanti in prima persona in una comunità di pratica e apprendimento dove incontrare colleghi di altri paesi.
Presentata nel 2004 come azione del programma eLearning, è dal 2007 parte del Programma di apprendimento permanente 2007-2013 (decisione del Parlamento europeo e del Consiglio n. 1720/2006/CE)
Nell'ambito dei programmi comunitari esistono molte possibilità di collaborazione tra paesi europei, tra questi eTwinning si configura come uno strumento flessibile, adattabile ad ogni esigenza scolastica che offre la possibilità di costruire collaborazioni a lungo termine.

Il gemellaggio si intende stabilito tra almeno due scuole di due diversi paesi europei che propongano attività interessanti e innovative da un punto di vista didattico-pedagogico e che prevedano l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC). Partecipare ad un gemellaggio elettronico significa coinvolgere la scuola in un progetto intercurriculare, in cui diversi soggetti collaborano a vari livelli (dirigenti scolastici, bibliotecari, insegnanti, consulenti per l'orientamento) e che può essere parte integrante del piano dell'offerta formativa dell'Istituto scolastico, contribuendo a evidenziarne la partecipazione alle politiche europee di cooperazione.


Perché sviluppare un progetto con eTwinning?

Molte le ragioni:
• usare le tecnologie dell'informazione e della comunicazione per accorciare le distanze e consentire ad insegnanti e studenti di raggiungere realtà differenti;
• motivare gli studenti con attività innovative, nuove e interessanti;
• imparare cose nuove sui diversi sistemi scolastici nelle altre nazioni europee;
• condividere e scambiare opinioni in ambito pedagogico con altri insegnanti europei arricchendo così la propria esperienza;
• migliorare la conoscenza delle lingue straniere;
• migliorare i metodi di insegnamento mettendoli a confronto e adottando un diverso approccio.

Cosa è richiesto?

I requisiti necessari sono i seguenti:
• L'individuazione di un partner europeo valutando con cura la presenza delle condizioni necessarie allo scambio (motivazione al gemellaggio, compatibilità degli obiettivi, disponibilità delle attrezzature)
• L' utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione che dovrà essere integrato nel piano delle attività del progetto, non circoscritto alla sua fase iniziale e conclusiva.
• La dimensione europea del progetto, sia nel contenuto e che nella modalità di collaborazione.
Gli strumenti per un gemellaggio elettronico sono: l'utilizzo di Internet, della posta elettronica, di videoconferenze e di tutti i sistemi multimediali e di scambio.


Cosa si può fare con eTwinning?

Le attività realizzabili con un gemellaggio elettronico sono molteplici, adattabili alle competenze di studenti e docenti. Si può iniziare con un progetto semplice, comunicando via posta elettronica o costruendo un sito web comune, per poi passare a progetti che utilizzino in modo sempre più articolato tecnologie diverse per comunicare oltre che per pubblicare, fino alla condivisione di una classe virtuale per l’insegnamento di materie diverse, prevedendo l’utilizzo intensivo del laboratorio informatico.
In ogni caso le attività didattiche dovranno essere definite insieme al partner europeo, coinvolgendo gradualmente nella fase di ideazione un team di docenti del proprio istituto.
Possibili tematiche:
• materie del curriculum scolastico delle scuole europee (storia, lingue, matematica, geografia ecc.);
• discipline di tipo trasversale (quali l'educazione interculturale, ambientale, l'educazione alla pace);
• temi basati su un'esperienza specifica della scuola.
eTwinning consente ai giovani di integrare la cittadinanza europea e la ricchezza culturale e linguistica del nostro continente in un'efficace e divertente esperienza di apprendimento.

eTwinning e Comenius

All’interno del Programma di apprendimento permanente eTwinning trova la sua collocazione come azione speciale di Comenius per i numerosi punti di contatto tra i due progetti.
Se la scuola ha già un'esperienza di partenariato scolastico con altre scuole (un progetto Comenius già realizzato) può coinvolgere l'ex partner nell'azione eTwinning. Le scuole che ancora non hanno avuto esperienze di collaborazione con scuole europee, invece, possono iniziare con un gemellaggio elettronico per poi proseguire l'esperienza acquisita estendendo il partenariato ad altri Paesi e proponendo un progetto Comenius.
A differenza di Comenius tuttavia l'azione eTwinning si propone la costruzione di rapporti basati sullo scambio e la condivisione di risorse digitali, non solo per la pubblicazione dei risultati finali, ma come modalità quotidiane di lavoro.
Reti, piattaforme online, sistemi di social networking, e file sharing sono gli strumenti che più rappresentano l’idea centrale di eTwinning: quella di progetto realizzato in un’ottica di lavoro collaborativo.
Ecco perché il passaggio da Comenius a eTwinning, e viceversa, richiede sempre una fase di revisione progettuale per ridefinire gli obiettivi e gli strumenti in maniera coerente con le finalità dei due contesti di collaborazione.

Quali sono i Paesi coinvolti?

Il partenariato nell'azione eTwinning avviene tra almeno due istituti scolastici di diversi paesi europei. Partecipano all'iniziativa: i 27 Paesi dell'Unione e 2 dello Spazio economico europeo - Islanda e Norvegia. Inoltre sono presenti nella lista ufficiale dei paesi eTwinning anche la Turchia, la Croazia, la Repubblica ex Jugoslava di Macedonia e la Svizzera.


Come partecipare?

Dal portale europeo dei gemellaggi elettronici (http://www.etwinning.net) sono accessibili tutte le funzionalità dell’azione. Sul portale è possibile iscriversi, utilizzare gli strumenti di ricerca partner, effettuare la registrazione online dei progetti, reperire utili informazioni e idee, entrare nella comunità degli oltre 100.000 docenti europei per creare nuovi contatti.
L’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica (ex INDIRE) è stata riconfermata dal MPI (Ministero della Pubblica Istruzione) nel ruolo già assegnatole nel quadriennio 2004-2007, quale struttura di riferimento dell'Unità Nazionale eTwinning Italia, in collaborazione con l'Agenzia LLP Italia, per incoraggiare lo sviluppo di gemellaggi elettronici tra scuole europee. Il compito dell'Unità italiana è quello di fornire informazioni e supporto alle scuole che partecipano al gemellaggio, contribuire alla diffusione di buone pratiche e degli strumenti tecnici e progettuali più efficaci per la collaborazione a distanza.
Per l'Unità nazionale eTwinning grande importanza riveste lo stretto raccordo con gli Uffici Scolastici Regionali, al fine di sollecitare l'interesse per il gemellaggio da parte del territorio e di raccogliere le richieste e gli stimoli provenienti dalle Regioni.
A livello europeo, invece, l'Unità Europea eTwinning (Central Support Service - CSS), composta dallo staff di European Schoolnet, costituisce il punto di comunicazione e di raccordo per tutti gli attori coinvolti ai vari livelli nell'eTwinning. European Schoolnet contribuisce alla promozione dell'azione oltre a essere responsabile del portale europeo dei gemellaggi elettronici (http://www.etwinning.net) su incarico della Direzione Generale Istruzione e Cultura della Commissione Europea.


Per ulteriori informazioni:
Unità Nazionale eTwinning Italia
Agenzia LLP
Tel 055.2380561, 055.2380421
www.programmallp.it/etwinning

Capo Unità eTwininning: Donatella Nucci
Comunicazione e web: Alessandra Ceccherelli
Gestione attività e monitoraggio: Massimiliano D'Innocenzo
Gestione attività e monitoraggio: Alexandra Tosi
Redazione online e social network: Lorenzo Mentuccia
Helpdesk e verifica dati: Giulia Felice

Visita la sezione completa dei contatti eTwinning (Unità nazionale e referenti regionali presso gli USR)