Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

Partenariati di apprendimento

Il partenariato di apprendimento Grundtvig è un quadro di riferimento per attività di cooperazione su piccola scala tra istituzioni che operano nel campo dell’educazione degli adulti nel senso più ampio del termine.
I partenariati Grundtvig pongono maggior attenzione al “processo” e mirano ad allargare la partecipazione a organizzazioni più piccole che desiderano includere la cooperazione europea tra le proprie attività educative.

I partenariati incentrati sulla gestione dell’istruzione degli adulti e/o sui metodi di insegnamento forniscono agli insegnanti, ai formatori e al personale amministrativo nel campo dell’istruzione degli adulti l’opportunità di scambiare esperienze e informazioni, di sviluppare congiuntamente metodi e approcci adeguati alle loro necessità e di collaudare e mettere in pratica nuovi approcci organizzativi e didattici.

Nei partenariati Grundtvig incentrati sulla partecipazione dei discenti, questi ultimi dovranno essere coinvolti attivamente nel progetto e la loro mobilità dovrà essere quanto più possibile incentivata.

In sintesi:
In un Partenariato di apprendimento Grundtvig, formatori e discenti, provenienti da almeno tre Paesi partecipanti al Programma LLP lavorano insieme su uno o più argomenti di interesse comune.
È consigliato decidere subito chi dei partner sarà il "coordinatore" a livello transnazionale, cioè il punto di contatto per tutte le attività del Partenariato.
Un Partenariato è composto da un minimo di 3 istituzioni di 3 Paesi diversi. Possono partecipare tutti i tipi di istituzioni o organizzazioni impegnate nel campo dell'educazione degli adulti.

A partire dal 2011 partecipano a pieno titolo anche le istituzioni della Croazia e della Confederazione Svizzera. La partecipazione al programma è invece al momento sospesa per le Istituzioni di Malta e della ex Repubblica di Macedonia.

Attività possibili
Le attività previste possono essere molteplici e diversificate secondo degli obiettivi da raggiungere. Tra le più richieste vi sono:
  • Incontri con i partner e seminari tra tutte le istituzioni coinvolte nel Partenariato
  • Scambio di personale e di discenti adulti coinvolti nelle attività del progetto
  • Scambi di esperienze e buone prassi attraverso le modalità più appropriate, usando in particolare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (es. siti web, e-mail, videoconferenza)
  • Produzione di oggetti tecnici, disegni e manufatti artistici relativi al progetto
  • Attività di ricerca/azione e indagini sul campo
  • Preparazione di performance (es. pièce teatrali, musicals, etc.)
  • Preparazione linguistica per i soggetti coinvolti nel Partenariato in modo da assicurar loro la necessaria competenza nella lingua (o nelle lingue) di lavoro del Partenariato
  • Cooperazione con altri progetti in determinati campi (comprese le Reti Grundtvig), condivisione di esperienze con altre istituzioni della regione etc, compresa la mobilità per partecipare ad eventuali iniziative delle reti
  • Attività di auto-valutazione
  • Organizzazione di mostre, produzione e disseminazione di materiale informativo o documentazione sulle attività di cooperazione
  • Disseminazione dell’esperienza del progetto e dei risultati
Durata
Biennale (2013-2015). Le candidature dovranno di conseguenza prevedere attività per due anni di progetto.
 
Scadenza
21 febbraio 2013

Nel 2013 ogni istituzione potrà presentare soltanto UNA candidatura di Partenariato Grundtvig, indipendentemente dal ruolo (coordinatore o partner) svolto all’interno del partenariato.
Il Rappresentante Legale, oltre al modulo di candidatura, dovrà firmare una dichiarazione nella quale, sotto la propria responsabilità, conferma che la propria istituzione ha presentato una singola candidatura per un Partenariato di Apprendimento Grundtvig,  alla scadenza del 21/02/2013.

Periodo di attività
1° agosto 2013 - 31 luglio 2015

Informazioni aggiornate rispetto all'Invito a presentare proposte 2013