Questo sito è l'archivio del programma LLP 2007-2013.
Per informazioni sul nuovo programma europeo per l'istruzione, la formazione, i giovani e lo sport 2014-2020 consultare: erasmusPlus.it

Progetti multilaterali

I Progetti multilaterali Erasmus forniscono un sostegno alla cooperazione degli istituti di istruzione superiore, fra di loro o insieme con altre parti interessate. Sono particolarmente sostenuti i progetti innovativi che si incentrano su ambiti non coperti in modo estensivo da progetti già finanziati dalla presente azione.

I candidati dovranno optare per una delle seguenti priorità:

1. Cooperazione fra gli istituti di istruzione superiore (HEI) e le imprese: i progetti contemplati nell’ambito di questa priorità dovranno sostenere attività che mettono insieme HEI e partner al di fuori del mondo accademico: imprese, organizzazioni professionali, camere di commercio, parti sociali o enti locali/regionali, ecc. I progetti devono dimostrare una cooperazione fra il mondo del lavoro e quello dell’istruzione superiore, con la partecipazione attiva e l’impegno delle istituzioni e delle organizzazioni di entrambi i settori.

2. La dimensione sociale dell’istruzione superiore: i progetti di questa seconda priorità dovranno sostenere le azioni volte a potenziare l’accesso alla dimensione sociale nell’istruzione superiore. Gli obiettivi principali sono: l’ampliamento della partecipazione e il miglioramento delle percentuali di successo accademico per gli studenti appartenenti a gruppi scarsamente rappresentati (a causa di fattori quali il contesto socioeconomico, la disabilità,l’appartenenza a una determinata etnia o a un gruppo di migranti, ecc.) e di discenti non tradizionali (studenti a tempo parziale, o con particolari esigenze familiari, discenti adulti, ecc.), il miglioramento dell’apprendimento permanente tramite la creazione di percorsi di apprendimento flessibili, lo sviluppo di modalità per incrementare la responsabilità sociale degli istituti di istruzione superiore e il miglioramento dell’equilibrio di genere in ambiti di studio particolarmente sbilanciati.

3. Strategie di mobilità e abbattimento degli ostacoli alla mobilità nell’istruzione superiore: i progetti nell’ambito di questa priorità dovranno sostenere attività di sviluppo delle strategie e degli strumenti innovativi per dare un impulso alla mobilità, o modalità di abbattimento degli ostacoli alla mobilità nell’istruzione superiore. Questa priorità concerne anche progetti che sostengono la mobilità virtuale inseriti in una strategia globale per l’effettiva integrazione delle TIC negli istituti d’istruzione superiore partecipanti.

4. Sostenere l’agenda di modernizzazione dell’istruzione superiore: i progetti nell’ambito di questa priorità dovranno sostenere le attività che sono in linea con l’agenda di modernizzazione europea per l’istruzione superiore. I progetti dovranno riguardare almeno uno dei seguenti ambiti di riforma sull’agenda di modernizzazione delle università: (4.1) riforma dei programmi di studio (incluso lo sviluppo di progetti di studio), (4.2) riforma dell’ambito amministrativo o (4.3) riforma dei finanziamenti.
I progetti incentrati sullo sviluppo degli studi dovranno comprendere la trasmissione di competenze trasversali, concernenti o (1) un ciclo completo di studi (a livello di laurea, laurea magistrale o specialistica o dottorato di ricerca) e portare a un titolo riconoscibile doppio o congiunto; o (2) un ciclo di studi completo in settori fortemente interdisciplinari, o (3) programmi di studio e moduli per l’educazione continua, volti all’aggiornamento di conoscenze e competenze precedentemente acquisite. Essi dovranno anche rispondere ai seguenti requisiti:

  • il primo o i primi anni, il progetto dovrà essere incentrato sullo sviluppo dei contenuti del piano di studi e dei moduli, mentre nel corso dell’ultimo anno le attività saranno rivolte alla definizione dei criteri di ammissione, dei risultati di apprendimento, dei criteri di valutazione, della garanzia della qualità e del riconoscimento (ricorso all’ECTS – Sistema europeo di accumulazione e trasferimento dei crediti), al Supplemento al diploma (DS), nonché alla verifica del corso e alla promozione del progetto fra gli eventuali datori di lavoro e laureati;
  • in fase conclusiva, il piano di studi e/o i moduli congiunti del progetto devono essere pronti da erogare da parte di istituti partner in modo genuinamente integrato, inclusa l’eventuale mobilità di studenti e personale. Gli istituti partecipanti dovranno impegnarsia reclutare i primi studenti non appena terminato il progetto; alla fine del corso, gli studenti riceveranno titoli di studio (o certificati per i moduli) doppi o congiunti riconosciuti dagli istituti e dai paesi partecipanti.

5. Sostenere l’eccellenza e l’innovazione nell’istruzione superiore: i progetti previsti da questa priorità devono sostenere le attività che si rivolgono al triangolo della conoscenza (istruzione, ricerca e innovazione). Gli istituti europei d’istruzione superiore hanno dimostrato di avere un grande potenziale nel settore dell’insegnamento e della ricerca, ma spesso le due aree tematiche non sono interconnesse in modo ottimale e né l’una né l’altra hanno delle valide connessioni con il terzo elemento del triangolo: l’innovazione. I progetti che fanno riferimento a questa priorità dovranno colmare tale divario, apportando alle iniziative dell’UE un supplemento utile per collegare questi tre ambiti in modo nuovo ed efficiente.

turkish erasmus porno video
Per informazioni sulla Call 2013 cliccare qui


_______________________________________________________

 Compendia Progetti Multilaterali Erasmus dal 2007 al 2012
________________________________________________________


Esiti selezione candidature attività centralizzate Erasmus Call 2010
Cliccare qui

Esiti selezioni delle candidature 2008
Per consultare gli esiti delle candidature approvate cliccare qui

Esiti selezioni delle candidature 2007
Per consultare gli esiti delle candidature approvate cliccare qui

Report progetti multilaterali